All’asta alcuni scritti di Steve Jobs e un Apple-1 funzionante

Apple IPrima di diventare l’ideatore dell’iPhone e leader di una grande multinazionale tecnologica come Apple, il giovane Steve Jobs lavorava presso Atari.

Negli anni 70 Atari lavorava già nel campo dei videogame  e un diciannovenne Jobs si occupava del miglioramento del design di questi cabinati, antenati delle attuali console.

Il documento, datato 1974, riporta alcune notazioni di Steve Jobs inerenti a un cabinato in fase di sviluppo chiamato World Cup. Inoltre, nei quattro fogli messi all’asta, sono presenti alcuni dettagli grafici disegnati a mano da Jobs stesso.

Foto Apple I Clicca le foto per ingrandirle

Sotheby, la casa d’aste newyorkese, stima che il documento in questione valga tra i 10 e i 15 mila dollari.

Ma non è l’unico pezzo di storia dell’informatica ad essere messo all’asta il 15 giugno, tra i vari pezzi da collezione è presente anche una scheda madre funzionante del leggendario Apple I, il primo microcomputer della storia, assemblato da Jobs e Wozniak in appena 200 esemplari.

Quest’ultimo è un pezzo rarissimo, poiché esiste in 50 esemplari di cui solo 6 sono funzionanti e proprio quella in asta appartiene a queste 6, infatti in questo caso il prezzo di vendita stimato lievita a una cifra compresa tra i 120 e 180 mila dollari.

Guarda le foto Apple I

Foto Apple I

Le foto dell’Apple I, il primo computer Apple messo all’asta da Christie’s e vinto da Marco Boglione, patron di Robe di Kappa e Superga.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
22 agosto 2014

La sedia indossabile che vi permette di sedervi ovunque vogliate

I dispositivi indossabili si stanno prepotentemente affermando come bandiere dell’ultima era tecnologica: se quando pensate ad essi, però, vi vengono in mente solo occhiali, braccialetti ed orologi smart, sappiate che la vostra... continua>
22 agosto 2014

Le auto sapranno quando utilizziamo il cellulare

Non utilizzare il telefono alla guida, oltre ad essere una regola imposta dalla legge, dovrebbe far parte del buon senso di tutti. Eppure una grande percentuale degli incidenti è legata ad una... continua>