Foodspotting, l’App per taggare e localizzare i cibi

Una nuova tendenza sta prendendo sempre più piede tra i possessori di smartphone e gli utenti internet.
Si tratta della condivisione online delle fotografie delle pietanze assaggiate in ristoranti e locali sparsi nel mondo.

Grazie a un’applicazione (disponibile sia per iPhone che per Android), chiamata Foodspotting, tale pratica ha ormai varcato le soglie degli Stati Uniti e si appresta a “invadere” anche i Paesi europei, tra i quali, appunto, l’Italia.

Foodspotting è infatti una sorta di social network costituito prevalentemente da fotografie: le immagini caricate dal proprio telefonino, e poi inviate sul sito in questione, formano infatti una rete “globale” fotografica dei migliori piatti preparati in tutto il mondo.

Su Foodspotting è infatti presente una mappa “interattiva”, sulla quale sono localizzate le foto e la loro “provenienza”, intesa come il locale nel quale il cibo in questione è stato “immortalato” con il proprio telefonino.

Ogni fotografia si riferisce quindi a un particolare piatto, e può essere “votata” anche dagli altri utenti che hanno avuto il “privilegio” di assaggiare la stessa pietanza.
Il network creato da Foodspotting è quindi in grado di dare consigli o suggerimenti semplicemente “guardando” e scorrendo le immagini presenti in esso.
Allo stesso tempo, però, può essere utilizzato per “localizzare” il ristorante che prepara una particolare pietanza, e magari raggiungerlo direttamente per gustarla.

Attualmente il database fotografico di Foodspotting è composto da oltre 500mila immagini, e gli utenti che utilizzano tale network sono poco meno di un milione (800mila per l’esattezza).

L’App è disponibile per il download gratuito su cliccando il pulsante qui di seguito

Foodspotting (AppStore Link) Foodspotting
Produttore: Foodspotting, Inc.
Versione: 12+
Prezzo: gratis

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
2 settembre 2014

Il guanto per imparare a digitare velocemente sulla tastiera

Secondo alcune recenti ricerche, ricevere risposte aptiche (vibrazioni) mentre impariamo alcune particolari attività ne faciliterebbe l’apprendimento. Oltre alle capacità di leggere il Braille o di suonare il piano a trarre beneficio di... continua>
2 settembre 2014

La scienza della mozzarella sulla pizza

Tutto ha un suo perché, anche la mozzarella sulla pizza. Se vi foste chiesti come mai tra tutti quelli esistenti sia proprio il formaggio a pasta filata più famoso del mondo ad... continua>