Mark Zuckerberg MWC 2016

Editoriale: i vincitori del Mobile World Congress 2016, secondo noi

Nicola Ligas

Il Mobile World Congress 2016 si è ormai concluso da qualche giorno, ed avendo avuto modo di riflettere con calma su tutto quello che l’annuale fiera ha portato con sé, abbiamo deciso di stilare una sorta di raccolta dei vincitori, a modo nostro. Ciascuno di noi si è infatti concentrato su un singolo aspetto dell’MWC 2016 che ha trovato particolarmente significativo, fermo restando che sono comunque condivisibili anche quelli degli altri, e che riassumere in breve il Mobile World Congress è impresa praticamente impossibile, senza ristringere appunto il campo. La foto che più di tutte ha fatto il giro del mondo è forse quella in apertura, ma chi ha davvero “vinto” questo MWC 2016?

Tutti (ri)amano Qualcomm

Dopo la debacle dello scorso anno con i surriscaldamenti di Snapdragon 810, e dopo i pesanti ridimensionamenti cui è andata incontro nel corso dell’estate, Qualcomm è tornata sul palco dell’MWC 2016; anzi, sui palchi, dato che li ha calcati praticamente tutti. Qualcomm era ovunque: non solo nel suo stand in fiera, ampio e variegato come sempre, ma anche nelle presentazioni dei vari top di gamma. Da LG G5 a Xiaomi Mi 5, il logo di Qualcomm era sempre visibile ai rispettivi eventi, e non dimentichiamo che anche Galaxy S7 / S7 edge avranno una versione con Snapdragon 820, e lo stesso vale per Xperia X Performance. Non saremo tornati all’egemonia di un paio di anni fa, ma dalla fascia top a quella media (per non parlare di wearable e modem), Qualcomm sembra essersi riappropriata della posizione di leader convincendo per primi i propri partner: ora si tratterà di convincere gli utenti, ma di quello riparleremo con le prime recensioni.

Nicola Ligas

Trecentosessanta

Se c’è una tecnologia che probabilmente non avete ancora mai provato sono le foto a 360°. E non parlo delle foto sferiche che ormai si possono fare già da tempo con molti smartphone (e anche con l’app stock di Google) ma di quelle istantanee che è possibile fare con un solo click senza muoversi. Sono foto incredibili, che colgono l’istante tutto attorno a se, che fotografano anche dove non ti immagini (chi sta ai lati della fotocamera penserà di essere fuori dal campo visivo, e invece…) e che permettono di catturare tutto ciò anche in video. Non vi mentirò: non è una tecnologia che rivoluzionerà niente e non passeremo a fare solo foto a 360°, visto che nella maggior parte dei casi quando si fa una foto si vuole volontariamente estromettere altri contenuti dall’inquadratura, ma è comunque una tecnologia che non morirà, non come le TV 3D per capirsi. È una tecnologia alternativa alla fotografia tradizionale e complementare alla realtà virtuale, che se anche non dovesse diventare la tecnologia del futuro, diventerà comunque una tecnologia del futuro.

Emanuele Cisotti

Lo smartphone modulare

Se si parla di smartphone modulare il pensiero vola sicuramente a Project Ara. E non c’è dubbio che, almeno un po’, LG abbia preso ispirazione da uno dei progetti più ambiziosi del mondo della telefonia mobile per il suo nuovo LG G5. È vero: i moduli presentati sono solo due, CAM Plus ed Hi-Fi Plus, e da alcuni potrebbero essere considerati come del tutto inutili, un semplice capriccio per utenti più esigenti. C’è chi addirittura li paragona a dei veri e propri DLC per smartphone! È comunque innegabile che LG quest’anno abbia cercato in tutti i modi di lanciare qualcosa di innovativo, non il solito top di gamma il cui obiettivo è quello di competere con i Galaxy di nuova generazione di Samsung o con gli iPhone di Apple, bensì un primo, timido, tentativo di cambiare la concezione stessa di smartphone. Riuscirà ad attirare una fetta maggiore di utenza grazie a questo espediente? Probabilmente no, anche perché la concorrenza è più agguerrita che mai (occhio a provare un Galaxy S7, potrebbe essere amore a prima vista) e perché, da un punto di vista tecnico, non si tratta certo della soluzione più elegante, visto l’obbligo di spegnimento del terminale per il cambio del modulo. Ciò nonostante considero LG ed il suo tentativo di realizzare un primo smartphone modulare i vincitori morali di questo Mobile World Congress.

Lorenzo Delli

Squadra che vince non si cambia

Quest’anno la presentazione di LG è stata davvero spettacolare e l’azienda ha cercato davvero di portare un po’ di innovazione in un panorama ormai piatto. Peccato che più guardo i moduli esterni e gli LG Friends, più mi convinco che il coraggio di LG non verrà premiato e il piccolo “ecosistema” creato resterà la nicchia di un mercato che sparirà a breve. Mi ha incuriosito moltissimo anche Xiaomi con la sua prima presentazione europea, ma per quanto mi piaccia il Mi 5 non voglio mettere sul piedistallo uno smartphone che ancora non potremo comprare senza incappare in magagne.
E quasi mi dispiace ammetterlo, ma quel che mi ha convinto di più al MWC di quest’anno è stata Samsung.
Samsung ha fatto i compiti a casa e portato su Galaxy S7 quel che gli utenti volevano (tra cui una maggior produzione di modelli edge), senza cambiare troppo. Ha presentato il Gear 360, confermando che questo è l’anno delle fotocamere a 360°. E, soprattutto, è stata l’azienda che ha fatto parlare maggiormente di sé, grazie ad una presentazione un po’ fuori dalle righe (con i contenuti in realtà virtuale) e la presenza di Mark Zuckerberg, la cui foto dell’ingresso in sala rimbalza ancora in tutti i siti web. Per tutti questi motivi, nonostante non sia affatto stata l’azienda più innovativa, Samsung ha colto nuovamente nel segno, imponendo ancora con forza il proprio brand.

Giuseppe Tripodi

Perché mobile non è solo smartphone

È vero, quando ci si riferisce al mondo mobile si parla quasi sempre di smartphone. Eppure al MWC 2016 c’è stato anche un non-smartphone che ha saputo stupire. Parlo del Huawei MateBook, il dispositivo che fa approdare l’azienda cinese nel mondo di PC ed ibridi.
Un evento piuttosto lungo quello di Huawei e non perché abbia particolarmente tergiversato, ma perché, almeno sulla carta, il MateBook sembra avere davvero molto da offrire. Componenti e materiali di fascia piuttosto alta, per la categoria di prodotti, e un ricco set di accortezze ed accessori (ovviamente c’è anche una stylus) pronti a soddisfare anche gli utenti più esigenti rendono innegabile la sovrapposizione con Surface Pro 4 e il target di utenza di iPad Pro.
Forse Huawei MateBook non sarà stato al centro della discussione di questo MWC, ma il plauso non può mancare per l’astuzia di aver spinto su un tablet ibrido Windows 10, mentre la concorrenza sgomita su Android, con una soluzione che ha tutte le carte in regola per sfidarsi in una delle poche nicchie che offre (almeno un po’ di) spazio per l’innovazione nel settore PC.

Cosimo Alfredo Pina

La Cina è (sempre più) vicina

Se devo essere sincero, questo Mobile World Congress ha saputo sorprendermi come non mi sarei mai aspettato qualche mese fa. Dalla rassegna di Barcellona mi sarei aspettato più coraggio da parte dei grandi nomi (in primis Samsung, ma anche Sony, mentre una nota di merito va ad LG, anche se i moduli di G5 non mi convincono fino in fondo), mentre non avrei mai pensato che la mia attenzione si sarebbe posta sui produttori cinesi. Mai come in questo MWC infatti la Cina è stata presente, con Huawei, che ormai è una realtà consolidata, è vero, ma soprattutto con Xiaomi che ha tenuto la prima presentazione europea, una dichiarazione d’intenti piuttosto chiara che non andrebbe sottovalutata, ma anche Gionee che a sorpresa aveva un ottimo stand e una presenza più forte di quanto chiunque di noi si sarebbe aspettato, con diversi cartelloni pubblicitari nella fiera. Viene da chiedersi a questo punto se questo trend continuerà anche in futuro e se si rifletterà sul mercato europeo, che forse ha bisogno di una ventata d’aria fresca (orientale?).

Lorenzo Quiroli

E voi?

Abbiamo aperto sul forum un post dove discutere delle novità più interessanti del MWC 2016!

Samsung Galaxy S7

Samsung Galaxy S7

confronta modello

Ultime dal forum:

LG G5

LG G5

confronta modello

Ultime dal forum:

  • Ale820

    Concordo con Lorenzo Delli, il G5 rimarrà molto di nicchia e sicuramente venderà ancora meno di G4, ma è comunque da apprezzare la sempre presente volontà di LG di innovare prima degli altri (anche a costo di tirar fuori degli abomini xD).

    • FedEx

      Se fa la fine di Flex 2 LG ci fa un G6 identico a tutti gli altri…

      • Ale820

        Ma anche il successore del V10, già il G5 non è che sia personalissimo come design (in risposta al G4 che è stato un bel floppone nelle vendite)

    • vicioman

      Secondo me l’ecosistema “friends” rimarrà di nicchia, sul G5 non ci giurerei. E’ un bel salto rispetto al passato, con un design molto più iPhone 6 friendly (e S7 non è proprio da meno) come vuole il mercato

  • Luca Bastianello

    huawei matebook e non samsung S Pro? sono identici…. e rimangono sottotono: prodotti costosi con periferiche inadeguate così come lo è stato il MacBook 12″ ; un 12″ che poi ha una sola porta usb-C..ma anche no

    • http://www.androidworld.it/ Nico

      Il tab di Samsung è stato presentato al CES, non al MWC

      • Luca Bastianello

        il che rende il prodotto huawei ancora più sottotono dato che non ha nulla di nuovo.

  • marco

    alla fine, tra tutti questi cell usciti, preferisco l’Lg v10!!

  • Psyco98

    Vincitore mediatico: Xiaomi, e di diverse misure. Ha offuscato quasi completamente tutti gli altri (forse anche merito dall’aver dato il tempo di lasciar parlare la gente e mostrarsi in fondo) e fatto parlare di sé come mai aveva fatto. Il Mi5 è forse il dispositivo più discusso nei siti dove c’è gente che un po’ se ne intende.

    Vincitore per innovazione: LG. Ammettiamolo, il G5 è stato l’unico dispositivo un po’ più originale tra tutti quelli presentati al MWC, per quanto sia “non brutto ma il contrario di bello”, citando Nicola, o per quanto possano essere effettivamente utili le innovazioni portate.

    Vincitore “esperienza d’uso”: Samsung. Perché non ha introdotto assolutamente nulla di nuovo, ma ha fatto per una volta un telefono come si deve eliminando la maggior parte dei problemi che aveva il modello precedente e ridefinendo dove possibile.

    Bello il matebook, ma è un surface più costoso (a parità di HW). Sony ha semplicemente trasformato la fascia media in top di gamma, complimenti. Tutti gli altri si sono fatti più o meno avere ma nulla che sulla carta sembri chissà quale miracolo.

    P.S.
    E comunque il vetro sul retro di uno smartphone resterà sempre una scelta opinabile.

    P.P.S.
    Complimenti a chi è arrivato fin qui.

    • Davide Bergamaschi

      Xiaomi ha fatto parle più per il prezzo che x il telefono dai amnettiamolo, è una coppia spudorata di note5….senza il pennino…se costasse come costerà la prossima generazione quei 200 euri in più che mi aspetto sarebbe passata inosservata o quasi, al pari di Sony…

      • Ale820

        Copia spudorata di Note 5 per cosa?

        • Davide Bergamaschi

          La forma snondata del retro? Il sensore d’impronte sul davanti con un tasto fisico rettangolare? Dai ammettilo che l’unica molla è il prezzo! Nn c’è nulla di male, le caratteristiche sono da top ma il prezzo è ottimo, se costava come Samsung nn se lo sarebbe cagato nessuno…dai…

          • Demetrio Marrara

            Il Mi Note uscito a Gennaio 2015 è quello da cui ha preso spunto Samsung per il Note 5. Il sensore impronte è molto più sottile dei Samsung. Poi vuoi mettere anche il prezzo, in Oriente? Li ti offrono lo stesso hardware ad un terzo del prezzo, dimmi se è poco.

          • Davide Bergamaschi

            Nn è poco ma é l’unico pregio che offre, almeno siate onesti e dite che é l’unico motivo x cui lo preferite senza tanti giri di parole

          • matteo masi

            Certo..è che tu lo fai passare come se fosse un problema XD un telefono con quelle caratteristiche a 375 euro? tutta la vita!!! anche se dovesse arrivare a 450/500 in italia è un affare..non vedo il problema..non è colpa mia se invece samsung, LG e apple li fanno pagare quasi il doppio.
            LG ci ha provato a fare qualcosa di nuovo, è apprezzabile, però penso che non le sia venuto molto bene e 700 euro non glieli do per premiare l’inventiva se poi il telefono mi fa schifo e i moduli non li uso..

          • Davide Bergamaschi

            Vedi adesso sono pienamente d’accordo con tè, ma sarà anche l’ultima volta che avremmo questa occasione da parte di xiaomi, xke come successe l’anno scorso a huawei una volta fatto il salto anche loro si uniformeranno col prezzo, detto questo lo vedo cmq inferiore sia a lg che a samsung, il punto è che aspettati 4 mesi poi costeranno tutti e tre più o meno alla pari, allora si ci sarà da fare la scelta

          • matteo masi

            Forse il G5 costerà uguale(ma per quanto scenda il telefono non so se i moduli subiranno lo stesso ribasso), samsung col cavolo che in 4 mesi scende così tanto.
            E su LG aggiungo: ha provato a innovare ma allo stesso tempo ha uniformato il design agli altri telefoni facendo un passo indietro sui tasi posteriori, questa cosa non mi è piaciuta per niente.

            Noi le motivazioni le abbiamo date, tu come mai lo vedi inferiore?

          • Davide Bergamaschi

            Io le mie motivazioni le ho date g5 sarà un buco nell’acqua un mero tentativo di far parlare di sé, se avessero aggiornato il telefono dell’anno scorso alle moderne tecnologie abbassando il prezzo di 200 euro avrebbero sicuramente avuto più successo,meglio la strada della continuità di Samsung, che alla lunga paga sempre, detto questo qui da noi venderenno ben pochi xiaomi anche se in cina farà faville, aspettiamo le mosse di htc e huawei e avremo un quadro più completo

          • matteo masi

            No scusa, hai detto che vedi il Mi5 inferiore al G5..come mai se poi dici che il G5 è un buco nell’acqua? Quindi il Mi5 è ancora peggio secondo te?

          • Davide Bergamaschi

            Beh inferiore è un parolone in effetti direi che x hardware se la giochano alla pari, ma se g5 sarà secondo mé un buco nell’acqua x via del prezzo probabilmente mi5 se la può cavare, a parità di prezzo invece non sarebbe andato da nessuna parte

          • matteo masi

            Era il parolone che avevi usato tu XD comunque ora ho capito il concetto..grazie.

          • Davide Bergamaschi

            Ho esagerato e infatti mi sono corretto

          • eLar

            Sono concorde con te… Vince Samsung S7 sicuramente per la sua continuità… Bel telefono esteticamente, prezzo alto, software penoso, supporto ancora peggio, bug e lag, ottimizzazione fatta da delle scimmie coreane… Non dimentichiamoci tutti gli altri telefono che copiano Sammesunghe, sti cinesi demmerda che hanno copiato l’estetica del Note 5… Ci manca solo il pennino che skifo!!uno!!two…

          • Davide Bergamaschi

            L’ultima versione di tochwitz è esente da tutti questi difetti che vedi tu, forse sei rimasto a s4? Mi spiace che il mercato vada in una direzione che nn ti piace, potresti prendere un feture phone e nn pensare più a queste beghe, no?

          • MeneS

            In altre parole è la Sansung che è ladra perchè ricarica oltre modo i propri terminali
            Su questo sono d’accordo con te

          • Ale820

            La forma stondata del retro arriva direttamente dal Mi Note di inizio 2015 (chi si è “ispirato” ora?), per il resto concordo

          • Davide Bergamaschi

            Certo certo se ti piace pensarla pure cosi

          • Ale820
          • Ale820

            La forma stondata del retro era già presente sul Mi Note di inizio 2015 (chi si è “ispirato” ora?), per il resto concordo. 500€ per un telefono non garantito in Italia non li spenderei mai

      • Psyco98

        In un modo o nell’altro ha fatto parlare di sé: avrebbe fatto lo stesso effetto se Hugo Barra avesse parlato nudo per quelle due ore, l’ho considerata “vincitore mediatico” apposta ;)

  • Davide Bergamaschi

    Alla fine il brand più convincente rimane haimé la solita Samsung a dimostrazione che nn si diventa leader del mercato x caso

  • Demetrio Marrara

    Il migliore secondo gli addetti ai lavori è stato il G5 che ha vinto ben 33 premi. L’S7 sa di già visto, potevano benissimo implementare le stesse cose su S6 ma non lo hanno fatto per portare avanti la situazione. Meglio premiare l’innovazione piuttosto che la presa per i fondelli.

    • Davide Bergamaschi

      Sciocchezze sei solo uno a cui nn piace Samsung solo xkè a troppo successo e a prezzi troppo alti, schema già visto con tutti quelli a cui nn piace Apple, si cerca sempre un antagonista x rimarcare la propria originalità e competenza verso un mercato che nn ha più nulla da offrire in questo momento e di certo nn saranno i “moduli” di g5 a cambiare le carte in tavola, sicuramente migliore e più bilanciato s7 a che rispetto al tanto osannato mi5

      • MeneS

        Quello che ha detto su S7 è abbastanza chiaro, possono trovare tutte le scuse del mondo ma è ovvio che si sono tenuti delle cose nel cassetto con l’S6 per poi proprorle nel S7 per poter ammortizzare al meglio gli investimenti di R&S

        Sul fatto che il migliore top di gamma sia S7 è un altro discorso

  • eLar

    Io posso dire che quest’anno non ci siano vincitori… Speravo in sensori d’impronte integrati nel display, schermo 3D Touch per tutti i top di gamma, USB Type-C (S7 non ce l’ha, per me è una mancanza importante). Impermeabilità, più che prego per Samsung è disfatta per gli altri: impermeabilizzate TUTTI i top di gamma, non ci vuole molto, è fondamentale! Poi tutte queste innovazioni non le ho viste, Samsung ha fatto un S5 con la scocca di un S7, LG ha sparato la chiappera del modulare (LG ha avuto sempre le sue innovazioni, il primo Dual-Core, il primo Display 3D, la prima fotocamera 3D, il primo con i tasti dietro, il primo con lo schermo 2k, il primo con la cover in pelle), ma questa volta ha toppato, perché obiettivamente non vedo tutti sti gran vantaggi a spendere 200 euro (forse meno?) per dei moduli aggiuntivi che mettono un tasto per la fotocamera (la rotella spero sia personalizzabile per regolazioni manuali, se è solo per lo zoom hanno toppato!) o un DAC per il 90% degli utenti che usano spotify free o scaricano mp3 da 128kbps… Xiaomi bel telefono, estetica curata, hardware potente, ma un telefono senza innovazioni. L’unico motivo per cui sarei spinto a cambiare smartphone sarebbe esclusivamente per il lettore di impronte. Mi sa che l’anno prossimo ne vedremo delle belle invece, magari dipenderà da che botto farà iPhone 7 e dalle innovazioni che porterà.

    PS: commento personale, i fanboy sono pregati di non creare flame e non lamentarsi con me, me ne fottesego dei vostri commenti.

    PPS: Ho un Sony Z3, confermo che Sony ha fatto vaccate al MWC, che è sto X Performance? Un fascia media con CPU powa…. Delusione!

    • Davide

      Perdonami non fottesegarmi ma:
      1. i sensori al momento sono integrati su tasti funzionali, non ingombrano e sono super efficienti, metterli in un display non capisco che vantaggi possa portare
      2.il 3d touch è una trovata commerciale senza una reale utilità, tant’è che instagram (per citarne una) ha integrato le funzioni del 3d touch su tutti gli smartphone android (basta premere più a lungo in fondo)
      3. il type c si sta diffondendo ma personalmente io ho un cavo microusb al lavoro, in macchina in camera in sala e in cucina, per non parlare degli adattatori otg..una typec mi costerebbe 50€ per riadattarmi…
      4. l’impermebilità è una figata…se sei sony che ti copre con la garanzia se disgraziatamente l’acqua entrasse…e infatti entra..non spesso ma ho visto telefoni impermeabili annacquati fino alla cpu, è difficile per gli unibody, pensa un g5…
      5. i moduli del g5 han detto costare sotto i 50€, e ne arriveranno altri in teoria..concordo sul fatto che difficilemnte avrà successo ma sti cazzi,,almeno è vera innovazione! e il modulo DAC è proprio per chi ascolta gli mp3 a 128kbps dato che è fatto apposta per elaborare i bit e accrescere la qualità..
      6. concordo per il mi5..mi sarei aspettato molto di più, anche se gli xiaomi mi stupiscono sempre quando li provo..

    • Paolo Armadoro

      Anche se sul resto non sono d’accordo ti ho messo un voto su solo per quanto riguarda i sony. Vera delusione quest’anno, pensi come me che solo l’xa si salvi?

  • MeneS

    Il G5 non lo vedo molto bene, o si deprezzerà come il G4 o tireranno fuori dei moduli veramente utili.
    Non è male anzi, pero non lo vedo preferibile

  • Simone

    Per me vince hp… al debutto nel mondo mobile e guardate che cosa ha prodotto!!!