Assassin’s Creed: denuncia alla Ubisoft per plagio

Assassin’s Creed 3Si torna a parlare di Assassin’s Creed, ma questa volta l’uscita del nuovo capitolo non è al centro degli ultimi rumors sulla Rete.

John Beiswenger, autore del libro Link: a Novel, ha depositato una denuncia per plagio nei confronti di Ubisoft presso il tribunale della Pennsylvania.

Beiswenger accusa la software house francese di essersi impossessata dell’idea da lui riportata nel suo racconto ed averla introdotta nella trama della saga Assassin’s Creed.

Il franchise Ubisoft, come è noto, si basa su alcuni concetti, fra cui quello relativo alla “memoria genetica”, ossia la capacità del nostro DNA di contenere non solo elementi di natura fisica ma anche ricordi dei nostri antenati.

APPROFONDIMENTO: Nuovi dettagli su Assassin’s Creed 3

Desmond Miles, protagonista della saga, rivive proprio le esperienze di alcuni suoi avi, con l’obiettivo di raccogliere informazioni di vario tipo, in primis il posto in cui sono custoditi i “frutti dell’Eden”. L’idea dell’Animus altro non sarebbe che l’analogo apparecchio presente in Link pubblicato nel gennaio del 2003.

Ubisoft ha commentato le accuse rivoltegli dallo scrittore, spiegando che l’idea in questione è nata rifacendosi a generiche teorie fantascientifiche e non ad un libro specifico. Intanto l’autore di Link ha già chiesto un risarcimento di un milione di dollari per plagio.

Come andrà a finire questa vicenda? Staremo a vedere.

Foto Assassin’s Creed 3 Clicca le foto per ingrandirle

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
30 luglio 2014

Denny: la bicicletta del futuro automatica e sicura (foto)

Se abitate in città dovrete ammettere gli innegabili vantaggi portati dall’utilizzare una bicicletta per muoversi da un punto all’altro. Ma praticità e agilità non sono spesso sufficienti a bilanciare gli aspetti meno... continua>
30 luglio 2014

Inedite foto della missione dell’Apollo 11 per festeggiare i 45 anni dall’allunaggio (foto)

Raggiungere la luna, con i mezzi disponibili 45 anni fa, è stata sicuramente un’impresa più che titanica: ciò che non tutti sanno, però, è che l’opera ha richiesto un certo sforzo anche... continua>