Assassin’s Creed Revelations: beta multiplayer per Ps3

Sony e Ubisoft hanno annunciato che il titolo Assassin’s Creed Revelations avrà una modalità beta multiplayer esclusivamente sulla console PlayStation 3.

Il nuovo capitolo dell’amatissima serie Assassin’s Creed, che completerà la trilogia, avrà quindi una beta che sarà disponibile soltanto per la piattaforma di gioco firmata Sony.

Per tutti gli iscritti al PlayStation Plus o ad Uplay la fase beta multiplayer sarà disponibile dal 3 all’11 settembre.

Questa beta di Assassin’s Creed Revelations consentirà di provare tre mappe e  quattro diverse modalità di gioco.

A disposizione nove personaggi e otto diverse abilità (che saranno progressivamente sbloccate).

Vi ricordiamo che invece la versione completa di Assassin’s Creed Revelations  sarà lanciata sul mercato il 15 novembre su PC, PS3 e Xbox 360.

C’è grande attesa per questo che sarà l’ultimo capitolo che vedrà come protagonista Ezio Auditore, di una saga di grandissimo successo, che ha tenuto incollati alle console milioni di videogiocatori, grazie alla trama estremamente coinvolgente ed alle modalità di gioco molto ricche e ben concepite dagli sviluppatori.

Condividi questa pagina con i tuoi amici
|

Commenti

1 Risposta per “Assassin’s Creed Revelations: beta multiplayer per Ps3”

  1. nicholas scrive:

    Non sarà l’ultimo capitolo della saga di “assassin’s cred” ma concluderà la trilogià di Ezio Auditore! :)

Altre Notizie PianetaTech, news di tecnologia
29 agosto 2014

Registrare video dal punto di vista del cane con una GoPro, grazie al nuovo supporto Fetch (video)

Grazie alla continua diffusione di telecamere sportive, capitanate dalla famosissima GoPro, da tempo siamo ormai in grado di realizzare video che mostrano punti di vista fino a prima inediti. Se però vi... continua>
29 agosto 2014

Nanobot in grado di combattere il cancro

I progressi della medicina moderna ci permettono di superare senza conseguenze molte malattie. Purtroppo però la cura di alcune gravi patologie rimane ancora una meta ancora lontana sebbene gli sforzi della ricerca... continua>