Come si monta (e smonta) una scheda video

Cosimo Alfredo Pina -

Se state pensando di potenziare il comparto gaming del vostro PC, forse starete valutando di cambiare scheda video o di montarne una. In effetti tra i vari aggiornamenti hardware che potete fare al vostro PC, quello che più impatta sull’aumento di FPS dei giochi e proprio la scheda video.

Fortunatamemente cambiare scheda video o montare una nuova GPU è tra gli interventi più facili che potete fare sul vostro computer. I passaggi da seguire sono molto semplici, vi basterà un minimo di abilità manuale e adottare alcune piccole accortezze.

Se quindi volete scoprire come installare una scheda video nel vostro PC fisso (e non solo), continuate pure a con i paragrafi della guida qui sotto, che vi invitiamo a leggere nella sua interezza prima di procedere.

Qual è la migliore scheda video?

Prima di passare alla procedura manuale vale la pena soffermarsi un attimo su quale scheda video meglio si adatta alle vostre esigenze. Il panorama di GPU sul mercato è molto ricco, grazie alle tante schede video presentate durante il 2017.

A tal proposito tra le pagine del nostro sito ne abbiamo una proprio dedicata alla guida all’acquisto delle schede video. Ogni mese la aggiorniamo con quelle che secondo le nostre valutazioni sono quelle che offrono il miglior rapporto performance/prezzo nella loro fascia.

Se dovete ancora affrontare la fase di acquisto date un’occhiata alla nostra lista con le migliori schede video sul mercato, che potete raggiungere con un clic sul titolo di questo paragrafo.

Disinstallare driver scheda video

Bene, vi siete procurati una nuova scheda video e siete pronti per montarla nel case del vostro PC. Prima di mettere mano a cacciavite ed abilità manuali c’è però un altro passaggio che dovete seguire, ossia la disinstallazione dei driver.

Seguire la procedura è praticamente obbligatorio se passate da una scheda video con chip prodotto da un’azienda diversa (da NVIDIA ad AMD o viceversa) oppure se quella che andate a smontare è molto vecchia. Disinstallare i driver è comunque consigliabile in ogni caso mentre, ovviamente, non serve fare nulla se il vostro PC non ha mai avuto una scheda video dedicata.

Andiamo quindi a vedere come fare per rimuovere i driver, sia quelli AMD sia quelli NVIDIA, da PC Windows.

Rimuovere i driver NVIDIA

Se la scheda video che andrete a rimuovere dal vostro PC è una NVIDIA ecco come fare per rimuoverne i driver:

  1. Premete sul tasto Windows della tastiera
  2. Se avete Windows 10 digitate “App e funzionalità” ed aprite la relativa voce; se invece avete una versione precedente cercate “Pannello di controllo” e poi premete su “Programmi e funzionalità”
  3. Nella finestra che vi si para davanti scorrete fino alla voce “NVIDIA Driver Grafico”
  4. Premeteci e poi cliccate sul pulsante disinstalla
  5. Seguite la procedura e rimuove tutti i componenti non necessari
  6. Al successivo riavvio il vostro PC non avrà più i driver NVIDIA

Rimuovere i driver AMD

Al fine di rimuovere i driver AMD è l’azienda stessa a fornire un comodo strumento automatizzato. Vi basta scaricare il tool dalla pagina ufficiale (il primo link in arancio) e poi lanciarlo.

Se pronti a procedere (poi dovrete riavviare il PC) premete su “OK” e lasciate lavorare l’utility in background. Al fine della procedura sarete notificati e poi invitati a riavviare il sistema. Dopo il riavvio avrete rimosso i driver AMD dal dispositivo.

Cambiare scheda video: smontare quella vecchia e installare la nuova GPU (AMD o NVIDIA)

Adesso che il vostro PC è predisposto ad ospitare una nuova scheda video, è il momento di passare all’azione. Come detto la sostituzione o il montaggio di una scheda video è solitamente uno degli interventi hardware più semplici da eseguire su un PC desktop.

È però bene notare che se il vostro computer è pre-assemblato l’operazione (anche il solo aprire il case) potrebbe invalidare la garanzia, in caso questa sia ancora valida. Vi invitiamo quindi a verificare con il produttore se questo tipo di interventi sono contemplati.

LEGGI ANCHE: I migliori antivirus gratis

Inoltre ricordate che una scheda video più potente potrebbe richiedere più energia, assicuratevi quindi che il vostro alimentatore sia in grado di reggere la nuova configurazione.

Ultima cosa ma non per questo meno importante: prima di andare a maneggiare dentro al PC prendi alcuni semplici accorgimenti per evitare danni da elettricità statica; il più semplice è quello di toccare un calorifero appena prima di iniziare ed evitare di indossare indumenti di materiale sintetico durante l’operazione.

Come aprire il case

Iniziate con lo spegnere l’alimentatore del PC (l’interruttore I/O vicino al cavo dell’alimentazione) e a scollegare tutti i cavi e gli accessori collegati a porte e lettori. Disponete del materiale morbido sul ripiano o pavimento dove andrete ad operare; un pezzo di cartone pulito andrà bene.

Poggiate il case sulla superficie allestita in modo che il lato di accesso alle componenti dia verso l’alto. Solitamente è il lato sinistro, considerando di guardare il case dal lato frontale. A questo punto individuate il meccanismo di sgancio del pannello.

Nella maggior parte dei casi vi basterà dare un’occhiata al lato posteriore ed individuare le due viti che fissano il pannello al telaio del case. Procuratevi quindi un cacciavite a croce e svitatele. Adesso potete sfilare il pannello spingendolo parallelamente al terreno e verso il lato posteriore.

Fatta questa premessa passiamo quindi a vedere come smontare una scheda video precedentemente installata sul PC. Se siete certi che il vostro computer non abbia una scheda grafica, proseguite pure al paragrafo successivo.

Come smontare una scheda video

Adesso avrete di fronte la componentistica del PC, ma non temete individuare la scheda video è molto semplice. A meno che il vostro PC non abbia un form factor troppo particolare (in quel caso fate riferimento al manuale di istruzioni o contattate il produttore) la GPU è quella collocata sotto al processore, ovvero nel primo slot PCIe della scheda madre.

Se non avete familiarità con questi termini, potete riconoscere lo slot della CPU in quanto ci trovate sopra il dissipatore (radiatore più ventola a vista), mentre gli slot PCIe sono quegli alloggi più vicini al processore, sviluppati in lunghezza e che in corrispondenza hanno delle aperture che danno fuori dal case.

Una volta che avete trovato la scheda video seguitene il profilo fino ad individuare l’aggancio al case, in corrispondenza della mascherina che alloggia le varie porte per il monitor (HDMI, DisplayPort…). Qui dovrebbe esserci una vite che vi basterà svitare e tenere da parte. In alternativa la vite potrebbe essere una per tutte le schede PCIe, ma la troverete facilmente nella zona delle mascherine.

A questo punto scollegate qualsiasi cavo di alimentazione della scheda video (cioè quelli che arrivano dall’alimentatore del PC). Adesso spostate l’attenzione sullo slot PCIe. Qui, nella parte più distante dalla mascherina della scheda video, dovreste vedere un piccolo gancio che assicura la scheda video alla scheda madre.

 

Aiutandovi con una penna di plastica (non usate il cacciavite o altri strumenti che potrebbero danneggiare i circuiti della scheda video) fate una leggera pressione sul gancio fino a che non sentirete un piccolo scatto. Bene, adesso potete tirare verso di voi ed estrarre dal case la scheda video che avrete la cura di riporre a parte. Tutto fatto, adesso potete passare a montare la vostra nuova scheda video.

Come montare ed installare una scheda video

Una volta che avete aperto il case del vostro PC ed eventualmente rimosso la vecchia scheda video andiamo a vedere come montarne una. Anche in questo caso dovrete individuare lo slot PCIe più vicino alla CPU (vedi paragrafo precedente).

Assicuratevi che la mascherina del case in corrispondenza dello slot PCIe sia assente; in caso contrario togliete la relativa vite e sganciatela. Alcune schede video potrebbero occupare più di uno slot e quindi controllate che anche la seconda mascherina sia rimossa.

Una volta fatto spazio siete pronti per posizionare la scheda video. Assicuratevi di non aver accumulato elettricità statica ed estraete la nuova GPU dal suo involucro. Allineate la scheda con lo slot assicurandovi che le porte HDMI/DisplayPort affaccino verso l’esterno del case.

Infilate la scheda video nello slot PCIe ed effettuate una lieve pressione fintanto che il gangio sulla parte terminale dello slot non faccia uno scatto. Allineate la maschera della scheda video con il foro del case e fissatela al telaio con la vite.

Controllate se la vostra scheda video ha bisogno di alimentazione supplementare e collegate l’eventuale cavo dell’alimentatore. Assicuratevi che l’eventuale ventola del dissipatore della scheda video non tocchi cavi o altri componenti e procedete nel richiudere il case.

Collegate i cavi, accendete l’interruttore dell’alimentatore e sarete pronti a godervi la vostra nuova scheda video. Prima di tuffarvi sui vostri videogiochi preferiti ricordatevi però di installare gli ultimi driver disponibili.

Sostituire scheda video notebook, si può?

Ed i notebook? Purtroppo per i portatili non c’è modo di cambiare scheda video in quanto questo componente è saldato sulla scheda madre, salvo rari casi di notebook gaming di fascia molto alta. Come fare quindi per potenziare il comparto grafico di un notebook con una nuova scheda video?

L’unico sistema ad oggi è appannaggio di quei portatili che hanno una porta Thunderbolt 3. Infatti sono disponibili relativamente da poco dei box che tramite questa porta permettono di usare una GPU esterna insieme ad un notebook.

LEGGI ANCHE: I migliori notebook, lista aggiornata ogni mese

Il vantaggio è quello di poter usare una scheda video di grado desktop con anche un sottile ultrabook. Ma i contro non mancano a partire dal prezzo di questi sistemi. Mettendo insieme quello che vi serve per il box (non si scende sotto i 300-400€) ed una scheda video vi conviene valutare un portatile che integri già un comparto grafico dedicato.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo all’arrivo sul mercato di notebook sempre meglio forniti in termini di scheda video, con prestazioni equivalenti alle controparti desktop.

GUIDE DA NON PERDERE