Come avviare il Mac in modalità diagnostica

Cosimo Alfredo Pina -

I Mac sono noti per la loro affidabilità, eppure anche i computer Apple non sono esenti da problemi. Un aiuto a trovare i problemi hardware lo dà però Apple Diagnostics, una modalità diagnostica accessibile all’avvio del dispositivo. Si tratta di uno strumento facile da usare, diverso dalla Recovery che serve a formattare il Mac.

Nella Apple Diagnostics infatti viene solo controllato lo stato di salute dell’hardware ed eventualmente vengono illustrati i passaggi da seguire per la risoluzione. Se quindi state riscontrando qualche problema con il vostro Mac – si presuppone che abbiate già l’ultima versione di macOS e tutti i software aggiornati – potreste provare con questa risorsa. Qui sotto vi spieghiamo come.

Trovare problemi hardware con Apple Diagnostics, la modalità diagnostica per Mac

La modalità diagnostica per Mac, formalmente Apple Diagnostics, permette di individuare la possibilità di problemi hardware sul proprio Mac, quindi legati alle componenti interne. La procedura è automatizzata ed in effetti molto semplice, ma ci sono alcune accortezze che dovrete avere prima di procedere.

Innanzitutto partite staccando tutte le periferiche dal vostro Mac. Se non è un MacBook lasciate collegate solo tastiera, mouse, monitor, mentre in ogni caso è consigliato – o necessario se il disco di avvio fosse danneggiato – l’uso di un adattatore Ethernet e l’accesso ad accesso internet su rete LAN. Se è un portatile assicuratevi che sia alimentato durante tutta la procedura.

Una volta che siete sicuri di aver predisposto il computer potete procedere all’avvio della modalità diagnostica. Da Mac spento premete il tasto di accensione e subito dopo il tasto “D”, tenendolo premuto fino all’avvio di Apple Diagnostics.

Pochi istanti dopo vi troverete di fronte alla procedura automatica di analisi del Mac (con CMD+L potrete cambiare la lingua), che impiegherà tra i due e i tre minuti per passare in rassegna i vari componenti e controllarne la funzionalità. In caso non venga rivelato nessun problema un messaggio ve lo espliciterà chiaramente.

LEGGI ANCHE: Come resettare macOS e formattare il Mac

In questo caso il vostro problema potrebbe essere software e dovreste valutare di resettare il vostro Mac. In caso vengano rivelati errori, questi saranno raccolti in una schermata riassuntiva. Ad ogni voce sarà assegnato un codice (a questa pagina una descrizione di ognuno) che dovrete annotarvi.

A questo punto, con i comandi a fondo schermo, potrete spegnere o riavviare il vostro dispositivo o, se siete connessi ad internet, cliccare su uno dei link relativi ad un errore (o premere CMD+G). Sarete così portati nella macOS Recovery, dove si aprirà Safari.

La procedura vi guiderà fornendo, dove possibile, procedure per cercare di risolvere il problema, oppure mettendovi in contatto con l’assistenza Apple.

GUIDE DA NON PEDERE