Come svuotare la cache di Chrome

Lorenzo Delli

Svuotare Cache Chrome – Abbiamo già dedicato in passato una guida alla cache, anche se quella che andremo ad esporvi oggi è più specifica, indirizzata esclusivamente al browser più utilizzato al mondo. Anche Google Chrome, il browser di Google disponibile per vari sistemi operativi, mobili e desktop, ha un’area di cache in cui memorizza particolari dati di navigazione. Solitamente i file di cache sono dei dati temporanei che i programmi utilizzano per velocizzare il loro funzionamento. Si tratta magari di file o dati che vengono richiamati più rapidamente perché spesso utilizzati sia dal programma, per il corretto funzionamento del tutto, che dall’utente utilizzatore del programma stesso. Anche Google Chrome eredita questo comportamento. Vediamo quindi come svuotare la cache di Chrome sulle varie piattaforme per cui è stato progettato, e anche cosa vuol dire svuotare la cache e altri dettagli che potreste trovare interessanti.

Cache del browser: cos’è e perché cancellarla?

La cache di Chrome è uno spazio di memoria nel quale vengono conservati buona parte dei dati di navigazione, immagini ed altri elementi dei siti web che visitiamo con maggior frequenza. L’utilità di tale occupazione della memoria viene quindi da sé: Chrome, memorizzando tali dati, permette all’utente di visitare i suoi siti web con maggior velocità, visto che di fatto ha già a disposizione alcuni byte richiesti per il corretto caricamento della pagina. Perché quindi conviene cancellarla, anche di tanto in tanto, se il browser utilizza la cache per permetterci di navigare più velocemente?

I motivi sono vari. Questo processo di memorizzazione di dati utili può fallire, portando magari al salvataggio di dati corrotti, o magari potrebbe memorizzare più di quanto serve. Come risultato si assisterebbe ad un rallentamento della velocità di navigazione, vanificando lo scopo stesso della cache. Ci potrebbero poi essere siti web che vengono visitati solo per un certo periodo, rendendo quindi inutili gli eventuali dati memorizzati nella cache. Addirittura il browser stesso potrebbe avere problemi a causa dei dati memorizzati in cache, e così via. Insomma, va da sé che un po’ di manutenzione non guasta mai, ecco perché è consigliabile di tanto in tanto pulire la cache di Chrome per assicurarne il corretto funzionamento.

Svuotare la Cache di Chrome

Iniziamo quindi a capire come cancellare la cache di Chrome, suddividendo la guida in paragrafi. Sì perché come accennato, Google Chrome è disponibile per un gran numero di piattaforme. Vediamo quindi come cancellare la cache di Chrome partendo dai computer per poi proseguire con i dispositivi mobili.


Su PC Desktop / Laptop / Computer

Iniziamo parlando della piattaforma PC. Google Chrome è disponibile per Windows, macOS e per sistemi GNU/Linux. Le varie versioni sono praticamente identiche tra loro, quanto diremo qui di seguito vale quindi come regola generale per la gestione della cache del browser di Google.

Svuotare tutta la Cache di Chrome

Iniziamo dalla soluzione più drastica, ovvero la cancellazione di tutta la cache di Chrome presente sul tuo computer. Ecco i passaggi utili alla cancellazione di tutti i dati di cache presenti su Chrome:

  • In alto a destra premere sul pulsante per le Impostazioni (i tre puntini in verticale);
  • Nel menu che appare selezionare la voce Impostazioni che compare al termine della lista;
  • Vi troverete nella schermata delle Impostazioni. In basso, come ultima voce, dovrebbe esserci “Mostra impostazioni avanzate…“. Premeteci.
  • Dovrebbe a questo punto essere comparsa la sezione Privacy. Qui trovate il pulsante “Cancella dati di navigazione…“. Premeteci, e niente paura, sono necessari altri passaggi per confermare la cancellazione.
  • A questo punto Chrome vi chiederà quali dati di navigazione volete cancellare. È sufficiente spuntare la voce Immagini e file memorizzati nella cache.
  • Prima di procedere dovete decidere se cancellare i dati memorizzati nell’ultima settimana (dovrebbe essere l’opzione di default) o se cancellare quelli dell’ultima ora, dell’ultimo giorno, delle ultime quattro settimane o tutti i dati memorizzati in cache, utilizzando l’apposito menu a tendina che trovate alla voce “Cancella i seguenti elementi da“. Se volete fare pulizia completa selezionate Tutto.
Cancellare Cache Chrome – Ecco come si presenta l’interfaccia per la cancellazione dei dati di navigazione, da cui, tra le altre cose, potete anche cancellare le immagini e i file memorizzati nella cache.

Ci sono anche delle scorciatoie che potete sfruttare per accedere più rapidamente al menu per la cancellazione dei dati di navigazione. Ad esempio, sempre premendo sul pulsante per le impostazioni, quello composto da tre punti in verticale, e selezionando la voce Altri strumenti trovate la voce Cancella dati di navigazione. Proprio da qui potete trovare il suggerimento per la scorciatoia da tastiera da utilizzare per richiamare il menu per la cancellazione dei dati di navigazione. Su Windows o sistemi GNU/Linux è sufficiente premere la combinazione Ctrl + Shift + Canc, mentre su macOS dovrete premere cmd + shift + backspace.

Svuotare la Cache di un singolo sito

Potreste anche trovarvi di fronte alla necessità di cancellare la cache di un singolo sito. Ovviamente è impossibile sfruttando quanto vi abbiamo detto nel paragrafo precedente, ma c’è una soluzione anche a questo problema. Dovete tornare nel menu Altri strumenti, premendo su Impostazioni (in alto a destra) -> Altri strumenti e premere su Strumenti per sviluppatori. In basso apparirà la console di controllo, ma dovrete sostanzialmente ignorarla. Rivolgete invece la vostra attenzione al pulsante per il refresh della pagina, quello che trovate in alto a sinistra a fianco del tasto home e dei pulsanti per andare avanti o indietro nella navigazione delle pagine.

Premendo con il tasto destro sul pulsante per il refresh comparirà il menu a tendina che potete vedere nell’immagine che vi abbiamo appena proposto. Premendo su Svuota la cache e ricarica manualmente potrete cancellare la cache della pagina web che state visitando.

Cancellare Cache Chrome Automaticamente

Perché fare qualcosa manualmente quando ci sono dei programmi che possono farlo per voi periodicamente? È probabilmente alla base di questo ragionamento che nasce l’estensione per Chrome denominata Click&Clean. Installarla è piuttosto semplice: premete sul badge che trovate qui di seguito e premete poi sul pulsante blu Aggiungi. Al termine della procedura vi verrà chiesto di installare un’app aggiuntiva utile a testare il livello di privacy del vostro browser, decidete voi se installarla o meno. Sostanzialmente Click&Clean vi permette di cancellare la cache di Chrome ogni volta che aprirete il browser, in totale autonomia. Attenzione, nella voce Opzioni vi conviene selezionare solo la voce Svuota la cache. Sta comunque a voi scegliere le voci che preferite.

Chrome Cache View

In relazione alla cancellazione della cache di Chrome, molti utenti si rivolgono anche al software Chrome Cache View. Si tratta di una utility disponibile anche in italiano solo per Windows (è compatibile anche con Windows 10) che vi permette di consultare la cartella cache che Google Chrome crea. In questo modo potete consultare una lista completa di tutti i file presenti nella cache, e di ognuno di essi potrete vedere URL, tipo di contenuto, dimensione, data di scadenza, nome del server, ultimo accesso e tanto altro. Potete scaricarlo dal sito ufficiale.


Su dispositivi mobili

Passiamo adesso ai dispositivi mobili, ovvero smartphone e tablet. Faremo ovviamente distinzione tra la versione di Google Chrome dedicata ad Android e quella invece dedicata a iPhone e iPad.

Cancellare la Cache di Chrome per Android

Anche sulla versione dedicata ad Android si può cancellare i dati di navigazione, compresi quelli memorizzati nella cache. Trovare l’impostazione da utilizzare è un po’ macchinoso, ma siamo qui per aiutarvi.

Ecco quindi un elenco di passaggi per arrivare a trovare le voci che vedete rappresentate negli screenshot che vi abbiamo appena proposto. Si tratta della più recente versione di Chrome per Android (almeno nella data in cui stiamo riportando questa guida), ma non dovrebbero esserci problemi a seguire le indicazioni anche su versioni più vecchie.

  • Premete per prima cosa sul tasto delle impostazioni che trovate, come di consueto, in alto a destra (i tre punti disposti verticalmente);
  • Premete su Impostazioni e, una volta visualizzato l’elenco scorrete fino ad Avanzate; lì troverete Privacy, premeteci;
  • Scorrete fino in fondo e cercate la voce Cancella dati di navigazione;
  • Da questo menu potrete appunto cancellare dati di navigazione, cookie e quant’altro. Concentriamoci sui dati memorizzati in cache;
  • Selezionate solo la spunta a Immagini e file memorizzati nella cache. Chrome tra l’altro dovrebbe suggerirvi quanti MB sono occupati da questi file;
  • Premete adesso il tasto Cancella dati.

Facile no? Potete procedere anche in un altro modo, che vi abbiamo già illustrato nella nostra guida Come Svuotare la Cache Android. Basta recarsi nelle impostazioni dello smartphone e seguire questi passaggi: Impostazioni -> App (o Applicazioni) -> Tutte -> Chrome -> Memoria -> Svuota Cache.

Cancellare la Cache di Chrome su iPhone e iPad (iOS)

Anche svuotare la cache della versione dedicata ad iOS (iPhone e iPad) di Google Chrome non è poi così difficile. A dirla tutta i passaggi sono molto simili a quelli indicati precedentemente.

  • Premere sul pulsante per le impostazioni, sempre posto in alto a destra e sempre rappresentato da tre punti posti in verticale;
  • Premere su Impostazioni e poi su Privacy;
  • Premere su Cancella dati di navigazione e selezionare, delle voci presenti, solo Immagini e file memorizzati nella cache;
  • Premere Cancella dati di navigazione.

C’è anche un metodo alternativo che passa per la schermata Cronologia. Sempre premendo su Impostazioni, troverete anche la voce Cronologia. Qui troverete il pulsante Cancella dati di navigazione…, e anche in questo caso dovete selezionare Immagini e file memorizzati nella cache.