Come sincronizzare due istanze Kodi

Emanuele Cisotti

Da quando ho iniziato ad apprezzare la comodità di Kodi come media player per il mio NAS domestico ho iniziato a pormi un dubbio: come sincronizzare Kodi fra due (o più) dispositivi differenti?

Nel mio caso Kodi accedeva ad alcuni file multimediali sulla rete locale e quindi i due Kodi sincronizzati erano ovviamente presenti sulla stessa rete locale. Per la precisione ho installato Kodi su un NVIDIA Shield TV con Android e uno Xiaomi Mi Box 3 sempre con Android. L’idea è semplice: indicare ad entrambe le istanze di Kodi che il proprio database (ovvero il posto dove salvare la lista dei contenuti e le altre impostazioni) sia altrove, in modo da usare un solo database per più applicazioni Kodi installate.

Ovviamente il prerequisito è che questo database sia sulla stessa rete su cui Kodi viene utilizzato. Nel mio caso si tratta dello stesso NAS Synology dove erano presenti i file multimediali. Questo fattore non ha cambiato le prestazioni dell’applicazione.

La prima cosa da fare è esportare lo stato di Kodi sul vostro dispositivo principale in modo di reimportare il tutto alla fine. Potete saltare questo passaggio se volete iniziare tutto da zero e non volete salvare le vostre impostazioni.

Backup database Kodi

  • Andate in Impostazioni > Impostazioni Media > Libreria > Esporta libreria
  • Selezionate poi Separatamente

Questa modalità andrà a creare dei file .nfo a fianco di ogni vostro file multimediale. Può essere un po’ caotico per qualcuno ma è il modo più sicuro di realizzare il backup. Se volete più pulizia scegliete Singolo file.

A questo punto dovete creare un database esterno su cui salvare i dati Kodi. Ci sono molti modi diversi che qui ovviamente non posso stare a dettagliare, ma se avete un NAS Synology come nel mio caso potete seguire questa video guida. A questo punto dovete creare un file dal nome:

advancedsettings.xml

e all’interno utilizzare questi dati:

<advancedsettings>
<videodatabase>
<type>mysql</type>
<host>***.***.***.***</host>
<port>3306</port>
<user>kodi</user>
<pass>kodi</pass>
</videodatabase>
<musicdatabase>
<type>mysql</type>
<host>***.***.***.***</host>
<port>3306</port>
<user>kodi</user>
<pass>kodi</pass>
</musicdatabase>
<videolibrary>
<importwatchedstate>true</importwatchedstate>
<importresumepoint>true</importresumepoint>
</videolibrary>
</advancedsettings>

Se avete solo un database audio o musica, potete levare il blocco relativo corrispondente. Ovviamente dovrete cambiare le voci host con l’IP del vostro database, così come port, user e pass con porta, nome utente e password del vostro database mysql. A questo punto dovrete trasferire il file nella relativa cartella delle impostazioni. Qui trovate i vari indirizzi, nel caso di Android è:

Android/data/org.xbmc.kodi/files/.kodi/userdata/

A questo punto chiudete e riaprite Kodi per accedere al vostro nuovo database, ovviamente in questo momento non avrete le vostre vecchie librerie. Vi basterà reimportare dallo stesso menù di prima, oppure aggiungere la fonte dei file multimediali come disco da utilizzare e verranno riconosciuti in automatico i vari file nfo. Lo stesso file advancedsettings.xml a questo punto potrà essere utilizzato su qualsiasi altri dispositivo della rete locale per sincronizzare in automatico i contenuti presenti e anche il punto in cui avete interrotto la visione.