Rivoluzione Adobe Lightroom CC: l’editor diventa tutto cloud, ma le funzioni sono pro

Cosimo Alfredo Pina

Aria di importanti cambiamenti in casa Adobe, almeno nel comparto photo editing. Arriva Adobe Lightroom CC, nuova versione totalmente inedita dell’apprezzatissimo software per gestione e modifica delle foto. Il focus resta quello di un prodotto professionale, ma adesso Lightroom spicca il volo per girare sul cloud di Adobe.

Adobe Lightroom CC è sì basato su Adobe Camera Raw, offrendo quindi tutti i controlli del caso, ma questa volta l’editor vuole essere trasversale, multipiattaforma e strettamente legato ai piani in abbonamento di Adobe; tutte le foto importate sono caricate sul cloud di Adobe. L’interfaccia è stata semplificata, ponendo la maggior parte dell’attenzione sulla galleria, e le performance, promette la software house, molto migliorate.

I pannelli laterali sono nascosti di default e tutto il prodotto ha uno stile più minimal. Alla versione desktop del nuovo Adobe Lightroom CC si affiancano le relative app mobile e una web app per la gestione della raccolta di foto. Il tutto sincronizzato e ottimizzato per avere (connessione permettendo) sempre a portata di mano le proprie foto.

Chi vorrà continuare ad usare il vecchio approccio, legato ai file locali (ma con comunque la possibilità di caricare i file sul cloud) potrà ripiegare su Adobe Lightroom Classic CC, il cui sviluppo sarà portato avanti in parallelo ma che non potrà essere più acquistato tramite licenza singola, utilizzabile quindi solo tramite piani Creative Cloud.

A tal proposito ecco le nuove modalità di abbonamento, oltre a quelle già offerte, che contemplano sia il nuovo Lightroom CC sia spazio di archiviazione:

  • Adobe Lightroom CC + 1 TB di spazio 12,19€/mese
  • Adobe Lightroom CC + 20 GB di spazio + Lightroom Classic CC + Photoshop CC a 12,19€/mese
  • Adobe Lightroom CC + 1 TB di spazio + Lightroom Classic CC + Photoshop CC a 24,39€/mese

Per chi invece scatta esclusivamente da smartphone arriva Lightroom Mobile, 100 GB di spazio da usare tramite le app Android ed iOS di Lightroom. Un ampio spettro di prodotti basati sul concetto del primo Lightroom a dieci anni dal suo lancio trova ancora il favore di tantissimi professionisti ed appassionati, e che oggi si rivoluziona per adattarsi a quello che ormai sembra essere il futuro della gestione dei dati: il cloud.


Adobe presenta il nuovo Lightroom CC

Interamente basata su cloud, la nuova app semplifica l’editing fotografico, l’organizzazione del lavoro, l’archivio e la condivisione degli scatti ovunque ci si trovi

Agrate Brianza, 18 ottobre 2017 — Adobe ha annunciato oggi il nuovo Adobe Photoshop Lightroom CC interamnete basato su cloud. Lanciato sul mercato oltre dieci anni fa, Lightroom è diventata nel corso del tempo l’applicazione desktop per l’editing fotografico e l’organizzazione degli scatti leader del settore e ora, in un mondo mobile dove le fotocamere degli smartphone sono sempre più potenti, Lightroom sta nuovamente rivoluzionando la fotografia digitale. Ideato per i professionisti e gli appassionati, il nuovo Lightroom CC soddisfa le esigenze dei fotografi di oggi che richiedono di poter lavorare ai propri scatti – in termini di editing, organizzazione e archivio, condivisione – in qualsiasi luogo.
Con un’interfaccia utente semplificata, Lightroom CC consente di modificare le proprie fotografie su qualsiasi dispositivo, mobile desktop e dal web. Le modifiche effettuate su un’immagine sono infatti automaticamente sincronizzate e accessibili da qualsiasi device. Lightroom CC inoltre rende più facile l’organizzazione delle fotografie, grazie a funzionalità come la ricerca per parole chiave, applicate automaticamente senza necessità di tag e la condivisione delle foto sui social media.
“Da leader nella fotografia digitale, Adobe annuncia oggi Lightroom CC, l’app per la fotografia di prossima generazione” ha commentato Bryan Lamkin, executive vice president e general manager, Digital Media Adobe. “Lightroom CC risponde alla richiesta dei fotografi di una soluzione sempre più integrata, intelligente e basata su cloud”.

Le funzionalità del nuovo Lightroom CC includono :
• Una potente tecnologia per il photo editing: basato sulla stessa tecnologia di Photoshop e Lightroom, Lightroom CC offre un’interfaccia semplificata con cursori e preset facili da usare e strumenti veloci per le modifiche.
• Editing in qualunque luogo: Lightroom CC consente ai fotografi di modificare i propri scatti ovunque – da mobile, da desktop e da web, in modo perfettamente sincronizzato.
• Archivio su Cloud: Lightroom CC offer opzione di archivio scalabili per un backup sicuro del proprio lavoro inclusi i file raw.
• Powered by Adobe Sensei: Adobe Sensei fa leva sul machine learning per applicare in modo automatico parole chiave per la ricerca alle fotografie, semplificando notevolmente l’organizzazione delle foto.
• Strumenti di condivisione integrati: Lightroom CC rende più immediata la condivisione degli scatti sui social media e la creazione di gallery online. I fotografi possono inoltre condividere il proprio lavoro grazie all’integrazione di Adobe Portfolio.
• Esperienze web e mobile evolute:
o Lightroom CC mobile per iOS: funzioni di ricerca integrate abilitate da Adobe Sensei, supporto per le parole chiave, supporto per l’organizzazione degli album, layout per iPad potenziato e supporto per file iOS.
o Lightroom CC mobile per Android: funzioni di ricerca integrate abilitate da Adobe Sensei , supporto per le parole chiave, supporto per l’organizzazione degli album , supporto tablet e pennello per correzioni locali.
o Lightroom CC web: capacità di creare e gestire gallery di immagini, integrazione con Adobe Portfolio potenziata, che consente di importare raccolte di immagini e pubblicarle su web in pochi click.

Aggiornamenti di Adobe Photoshop Lightroom Classic CC

Precedentemente noto come Lightroom CC, gli aggiornamenti principali di Lightroom Classic CC includono una maggiore integrazione della funzionalità Preview che consente agli utenti di scorrere e visionare grandi quantità di foto e velocizzare la selezione. Lightroom Classic CC dispone anche di nuove funzionalità di editing, tra cui Color Range e Luminance Masking. A differenza del nuovo Lightroom CC, basato su cloud e accessibile ovunque, Lightroom Classic CC è destinato a coloro che preferiscono una modalità di lavoro da desktop più tradizionale, con archiviazione locale e il controllo di file e cartelle.

Disponibilità, piani e prezzi

Il nuovo Lightroom CC è disponibile all’interno di 3 piani Fotografia:
• Creative Cloud Fotografia 1 TB: include Lightroom CC, Lightroom mobile e web, Photoshop CC, Adobe Spark Premium, Adobe Portfolio e uno spazio di archivio pari a 1 TB
• Creative Cloud Fotografia: l’originario piano Creative Cloud per la Fotografia con un ulteriore spazio di archiviazione
pari a 20GB che include Lightroom CC, Lightroom mobile e web, Lightroom Classic, Photoshop CC, Adobe Spark Premium, Adobe Portfolio. Gli attuali abbonati a Creative Cloud avranno accesso anche al nuovo Lightroom CC.
• Lightroom CC: include Lightroom CC, Lightroom mobile e web, Adobe Spark Premium, Adobe Portfolio e uno spazio di archiviazione di 1 TB

Infine, per i fotografi più mobile che non hanno bisogno di una soluzione desktop Adobe ha ideato al piano Lightroom Mobile per iOS e Android, disponibile con uno spazio di archiviazione di 100 GB.
Per ulteriori informazioni sulle soluzioni e sui prezzi consulta il sito Adobe: http://www.adobe.com/it/

  • Karellen

    Male, molto male. Ogni volta che un prodotto viene cambiato e il vecchio diventa un “classic” viene praticamente dimenticato e pensionato… Spero non sia anche questo il caso anche se non ci spero molto, già prima di lightroom usavo aperture…

  • Lonza

    Ho lightroom “normale” (quindi non CC).
    Mi piacerebbe usufruire delle funzionalità mobile, multipiattaforma ecc… ma sul cloud che voglio io. Credo che questo no lo verdò mai 🙁
    Non spenderò mai 12€ al mese. E’ un salasso!