Amazon paga finalmente le tasse corrette in Italia

Nicola Ligas

Dal 1° maggio scorso è cambiata la musica per Amazon, che ha iniziato a pagare la tassazione dovuta nel nostro paese. Alcuni di voi potrebbero essersi infatti già accorti di alcuni cambiamenti in fase di fatturazione, dato che gli acquisti tramite partita IVA non sono più intracomunitari ma fatturati da un indirizzo italiano, il che cambia un po’ le cose anche per l’acquirente che paga adesso a prezzo pieno, per scaricare poi l’IVA.

Amazon aveva sempre sfruttato per lo più il Lussemburgo per abbassare la tasse dovute, ma ormai sembra che il cambio di rotta sia ufficiale non solo in Italia ma anche Germania, Spagna e Regno Unito.

LEGGI ANCHE: Apple avrebbe evaso il fisco in Italia

Amazon non è certo la sola azienda che fosse finita nel mirino del fisco europeo, ed i nomi di Google, Facebook ed Apple si sono più volte rincorsi, e probabilmente continueranno a farlo anche in futuro, dato che finora non tutti si sono correttamente uniformati alle leggi dei vari paesi europei.

Via: Engadget