AMD Caratteristiche tecniche e prezzo AMD Radeon RX 480 primi benchmark_7

Le AMD RX 480 da 4 GB sono delle 8 GB sbloccabili con aggiornamento BIOS

Cosimo Alfredo Pina - Per chi ha acquistato una delle prime AMD Radeon RX 480 da 4 GB si prospetta l'interessante possibilità di guadagnare altri 4 GB con un aggiornamento BIOS

Avete già acquistato una AMD Radeon RX 480, magari il modello da 4 GB? Sappiate che la vostra GPU potrebbe celare una piacevole sorpresa. Infatti, da come riporta wccftech.com, i modelli da 4 GB sarebbero effettivamente delle schede da 8 GB, con metà dei moduli disattivati.

In effetti AMD ha fornito, ai primi recensori, delle schede da 8 GB con due profili BIOS, in modo che potessero testare sia la configurazione con memoria da 8 GB a 8 Ghz che quella da 4 GB a 7 Ghz. Questo ha iniziato a far circolare delle voci sulla rete sul fatto che le Radeon RX 480 da 4 GB siano delle 8 GB depotenziate.

Così il team di wccftech.com ha deciso di approfondire smontando la RX 480 da 4 GB che avevano acquistato a 199$. Quello che è emerso è che sulla GPU ci sono davvero otto moduli GDDR5 da 1 GB a 8 Ghz (Samsung K4G80325FB), gli stessi del modello da 8 GB e anche impiegati sulla GTX 1070.

LEGGI ANCHE: ASUS Radeon RX 480 Strix è una custom con LED RGB e dissipatore potenziato

La spiegazione della cosa potrebbe essere legata ad una questione di marketing; infatti AMD aveva promesso di portare al momento del lancio sul mercato una GPU potente da meno di 200$ e, non essendo riuscita a mettere in moto una catena produttiva che prevedesse chip di memoria meno densi, avrebbe così scelto di andare in perdita, vendendo almeno in una prima fase il modello da 8 GB al prezzo del 4 GB.

Un’altra ipotesi, tra l’altro legata ad un concetto già visto nel mondo dell’hardware, è quella che le RX 480 da 4 GB siano sì delle RX 480 da 8 GB, ma con qualche modulo di memoria difettoso e quindi declassate dopo opportuna disattivazione dei chip.

amd radeon rx 480 sblocco 8 gb

Se tutte le RX 480 saranno da 8 GB lo scopriremo probabilmente nelle prossime settimane quando siamo certi la community realizzerà un BIOS adatto, ma che almeno finché la cosa non sarà di eventuale e comprovata stabilità vi sconsigliamo di provare sulle vostre schede visto l’alto rischio di ritrovarvi con un ammasso di chip inutilizzabile.

Fonte: wccftech.com