Le GIF non bastano più: Apple vuole portare anche le Live Photos animate sui siti web

Leonardo Banchi

Le Live Photos, foto animate realizzate catturando gli istanti immediatamente precedenti e successivi al momento dello scatto, sono senza dubbio una delle funzionalità più apprezzate degli iPhone. Purtroppo, al momento il loro utilizzo è limitato, poiché oltre a riguardarle sul dispositivo con cui sono state realizzate, esse possono essere condivise soltanto con altri iPhone e iPad compatibili con tale funzionalità (ovvero i modelli successivi al 2015).

Apple sembra però avere intenzione di mostrarle davvero a tutti: la casa di Cupertino ha infatti oggi annunciato la creazione di LivePhotosKit JS, una API per sviluppatori che renderà possibile l’integrazione delle Live Photos nei siti web.

LEGGI ANCHE: GarageBand, iMovie, Keynote, Numbers e Pages diventano gratis per tutti gli utenti Apple

Il tentativo di Apple non è comunque il primo che viene fatto per portare le Live Photos su web e social: a battere sul tempo la casa della mela era stato proprio il rivale Google, che con l’app Motion Stills permetteva di convertire le foto animate in GIF o video. Stavolta siamo però di fronte a una integrazione nativa, che permetterà agli sviluppatori anche di decidere come esse dovranno comportarsi durante la navigazione (se animarsi in modo automatico o tramite un pulsante “Live” visualizzato sopra di esse).

Secondo la documentazione ufficiale, LivePhotosKit JS sarà compatibile con Safari, Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge ed Internet Explorer. Attualmente è in beta anche lo sviluppo per Android, dove le performance della funzionalità dipenderanno dal dispositivo utilizzato.

 

Via: Venturebeat