Safari Technology Preview

Apple ha creato un Safari per provare il futuro del web su OS X ed iOS. Ecco come provarlo (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Si chiama Safari Technology Preview ed è un browser che all’apparenza non ha niente di diverso da quello già installato sui Mac; eppure questo software non è pensato per tutti ma solo per gli sviluppatori e gli utenti più curiosi che vogliono provare le ultime novità in termini di tecnologia web sui sistemi Apple.

Safari Technology Preview è scaricabile liberamente dal sito Apple Developer, senza bisogno di essere iscritti al programma a pagamento, su tutti i Mac con OS X 10.11.4 o superiori. Una volta installato sarà aggiornato tramite l’App Store una volta ogni due settimane con le ultime novità per WebKit e le altre tecnologie che muovono il browser Apple.

Fino ad oggi l’unico modo per gli sviluppatori di provare l’ultima versione di WebKit era quello di ricorrere alle nightly, build rilasciate ogni 24 ore non così comode da usare; andavano a sostituire il motore originale di Safari disattivando l’integrazione con iCloud e non permettendo di fare confronti tra una versione e l’altra.

LEGGI ANCHE: Il browser di Apple compie 13 anni!

Safari Technology Preview, un po’ come la Canary di Google Chrome, non va a sostituire la versione installata di default, anzi vi si affianca per dare la possibilità di effettuare più velocemente confronti, vedendo ad esempio gli effetti di sistemi come ECMAScript 6 e del compilatore JavaScript JIT B3, senza perdere l’integrazione con iCloud.

Per il momento non è disponibile una versione per iOS, ma WebKit e la struttura base di Safari è la stessa sia sui computer Mac che sui dispositivi mobile Apple, tanto più che sulla pagina dedicata alla Technology Preview si parla chiaramente di “una sbirciatina alle future tecnologie web di OS X ed iOS”.

Anche voi, se siete curiosi ed avete un Mac aggiornato, potete provare questa versione “in anteprima” e gratuita del futuro Safari che già dai primi test in HTML5 (vedi qui sotto) sembra essere già più veloce di quello stock.

Via: Venture BeatFonte: Anand Tech