swift 2.0 open source

Apple rispetta le promesse: Swift è open source su GitHub

Cosimo Alfredo Pina

Il rivoluzionario, se si considera la natura chiusa di Apple, annuncio arrivava a giugno, quando sul palco del WWDC 2015 veniva spiegato come Swift, il linguaggio di programmazione sul quale saranno basate le future app per iOS, tvOS ed OS X, sarebbe diventato open source.

Il primo passo di questo cammino è stato intrapreso ad inizio mese, quando Apple ha lanciato il sito Swift.org ed ha rilasciato il codice sorgente di Swift su GitHub.

Per il momento la versione di Swift pubblicamente accessibile è solo quella progettata per sistemi Linux, ma il passo è davvero importante è getta le basi per app, web app ed API multipiattaforma capaci di girare anche su altri sistemi, Windows e Android per primi.

LEGGI ANCHE: Microsoft rende open source il motore Javascript di Edge

Apple stessa ha dichiarato che Swift sarà il nucleo dello sviluppo sul suo panorama per i prossimi 20 anni e in effetti la manovra migliore per tenere un linguaggio di programmazione costantemente al passo con i tempi è anche quello di delegarne lo sviluppo anche alla community.

Se siete degli sviluppatori probabilmente avrete certamente già dato un’occhiata su GitHub, o magari contribuito alla community sul sito ufficiale, anche se il mero codice non vi basterà per portare le vostre app sull’App Store di iOS, OS X e tvOS.

Per quello dovrete ancora rivolgervi alla classica procedura, decisamente contrapposta concettualmente, che passa dal programma Apple Developer, a pagamento, e lo sviluppo con XCode, possibile solo su OS X e quindi (ufficialmente) computer marchiati Apple.

Via: The Verge