genuino

Arduino è morto, lunga vita a Genuino (video)

Giuseppe Tripodi -

Negli ultimi mesi c’è stata molta confusione a proposito di Arduino e del suo marchio: probabilmente ricorderete a marzo la diatriba tra quattro dei soci fondatori (tra cui Massimo Banzi) e il quinto cofondatore Gianluca Martino che, insieme all’esterno Federico Musto, si sarebbe appropriato del marchio, fondando tra l’altro Arduino.org (il dominio originale era Arduino.cc)

LEGGI ANCHE: Arduino: dissapori e poca chiarezza, ne comprometteranno il futuro?

In occasione del Maker Fair, fiera attualmente in corso in California, è proprio Massimo Banzi ad annunciare una partnership con l’americana Adafruit, che produrrà le nuove schede nella sua fabbrica di New York.

Già da tempo Banzi e soci avevano intenzione di portare parte della produzione negli Stati Uniti, dato che in California Arduino era già da tempo (e ben prima che in Italia!) un prodotto di enorme interesse; dopo la rottura con Martino (che era invece contrario all’idea, temendo per le sorti della fabbrica a Ivrea), è stato possibile portare a termine questo progetto.

Per una questione di diritti, tuttavia, è stato necessario cambiare il nome e le nuove schede statunitensi verranno prodotte con un nuovo brand, Genuino. Inutile sottolineare che il nome non sia casuale e che, probabilmente, sia un riferimento neanche troppo velato all’Arduino.org di Martino e Musto. Di seguito trovate un’intervista a Massimo Banzi realizzata proprio durante il Maker Fair.

Photo credits: MakingSociety

Via: Makezine
  • virtualflyer

    mi spiace perché era proprio un prodotto italiano