avast

Avast acquisirà AVG per 1,3 miliardi di dollari: fine di una storica lotta fra antivirus?

Leonardo Banchi

Grandi cambiamenti in vista nel mondo della sicurezza informatica: Avast ha annunciato che acquisterà il rivale AVG, produttore dell’omonimo antivirus, al prezzo di 25 $ ad azione, per un totale di 1,3 miliardi di dollari.

L’obiettivo dell’acquisizione, secondo quanto dichiarato direttamente da Avast, è naturalmente l’espansione non solo geografica, ma anche di mercato: il marchio vuole infatti guardare con occhio particolarmente attento ai mercati informatici più in espansione al momento, ovvero il settore mobile e l’Internet of Things.

LEGGI ANCHE: Gravi falle di sicurezza permettono di rubare una Mitsubishi Outlander via Wi-Fi

I dispositivi connessi sono infatti sempre più diffusi, stanno entrando con prepotenza in aspetti della vita quotidiana finora rimasti scollegati, e sono spesso realizzati da compagnie con scarsa esperienza in fatto di sicurezza: il mercato della protezione informatica non è più quindi limitato ai computer, ma si allarga a case, auto e milioni di altri dispositivi, aprendo così grandi possibilità di crescita per le aziende che sapranno farsi trovare pronte.

L’acquisizione è tuttavia ancora nel pieno del suo svolgimento, e ancora non vi sono piani pubblici riguardanti l’integrazione dei servizi delle due compagnie (un portavoce della compagnia ha dichiarato che il marchio AVG non sparirà) o eventuali riorganizzazioni del personale. Quel che è certo che la base di utenti totale, che tocca così più di 400 milioni di dispositivi (160 milioni dei quali mobili) potrà sicuramente beneficiare di nuovi investimenti e nuove forze di sviluppo, che potranno anche attingere a dati sui malware sempre più completi.

Via: TechCrunch
  • GattoMorbido

    Boh, una volta un antivirus faceva la scansione dei file alla ricerca di soli virus, appunto, ma oggi con malware, spyware e i ransomware in prima linea è difficile sentirsi al sicuro!