playstation 4 hacker pirata

Un bug di Chrome rende le cose fin troppo facili ai pirati di film e video protetti

Cosimo Alfredo Pina

I mezzi per accedere illecitamente a contenuti protetti da copyright sono innumerevoli; adesso ci si mette anche Chrome con un bug che, secondo dei ricercatori, permetterebbe di aggirare la protezione DRM e scaricare file video protetti, con un semplice exploit.

Il bug affliggerebbe Chrome e più in generale tutti i browser basati su Chromium. Il problema risiede infatti nel sistema DRM, Widevine, che non controllerebbe se il video sia effettivamente riprodotto solo sul browser. Sfruttando questa falla sarebbe possibile ad esempio scaricare qualsiasi film o serie TV Netflix utilizzando un software apposito piuttosto semplice; basterebbe premere play e registrare.

LEGGI ANCHE: Google offre milioni di dollari a chi tappa le sue falle

In effetti per ora il tutto rimane piuttosto vago. I ricercatori hanno spiegato che nonostante il tutto sia molto facile da sfruttare, non rilasceranno dettagli fintanto il bug non sarà risolto. Tra l’altro non è neanche chiaro se il problema sia effettivamente legato a Chrome o a Widevine, impiegato anche su Firefox ed Opera.

Di fatto Chrome è il più diffuso browser e se Google vorrà mantenere la fiducia dei vari distributori di contenuti dovrà darsi da fare per risolvere questo problema, soprattutto ora che la notizia si è diffusa e che siamo certi avrà attirato l’attenzione di “ricercatori” non così onesti come quelli che hanno portato alla luce la cosa.

Via: Engadget