Chrome: notifiche native su Mac, versione 64-bit su Win. Intanto Edge non cresce

Cosimo Alfredo Pina

Dopo l’arrivo di Chrome 58 sul canale stabile, di qualche settimana fa, iniziano ora ad arrivare interessanti novità su Chrome 59 adesso passato in fase di sviluppo beta. Tra queste c’è una che farà piacere agli utenti Mac e l’altra più gradita a chi ci legge da Windows.

Su macOS Chrome 59 si integra con le notifiche native, quindi niente più rettangoli che poco hanno a che vedere con lo stile Apple ma avvisi che partono direttamente dal sistema e che quindi ritroverete anche nella lista accessibile dal pulsante in alto a destra nella barra dei menu.

Su Windows invece, questo tra l’altro anche con l’ultima versione di Chrome 58, arriva la versione a 64-bit del browser che sarà installata automaticamente nei sistemi che supportano questa feature (almeno 4 GB di RAM, Win 64-bit).

LEGGI ANCHE: Modalità incognito a prova di spione su Chrome, la mossa di Google

Le altre novità riguardano perlopiù gli sviluppatori, ovvero il supporto nativo alle immagini APNGs, animazioni simili alle GIF, e su Mac e Linux la possibilità di gestire Chrome, anche da remoto, tramite linea di comando. Insomma il browser di Google continua a crescere e non solo in termini di feature.

Le ultime statistiche, relative ad Aprile 2017, parlano infatti chiaro: Chrome è a quota 59-63,45% (rispettivamente NetMarketShare e StatCounter), registrando una crescita mensile dello 0,36-0,64%, mentre Edge cresce al più dello 0,01% arrivando a quota 5,48-3,71%. Meglio Firefox, a quota 11,80% per NetMarketShare, mentre in fondo alla classifica Safari al 3,44% e gli altri browser, Opera incluso, all’1,75%.

Chissà se il nuovo Windows 10 S, che prevede l’uso obbligatorio di Edge e Bing, tra l’altro senza la possibilità di cambiare provider di ricerca, riusciranno a far crescere le percentuali dei prodotti Microsoft.

 

Fonte: Google Chrome, NetMarketShare, StatCounter
  • Simone Gliori

    La versione 64-bit non è più di un anno che viene installata in automatico dal sito di Chrome?