just cause 3 crack denuvo

Protezione Denuvo: presto ci sarà una crack per Just Cause 3 e simili

Cosimo Alfredo Pina

L’ultima versione di Denuvo prometteva di essere la cura definitiva alla pirateria dei giochi. L’efficace protezione adottata da titoli del calibro di Rise of the Tomb Raider, Just Cause 3 e FIFA 16 aveva messo in forte crisi anche i “migliori” cracker.

Tuttavia è lo stesso team di hacker che aveva deciso di interrompere l’attività per un anno, forse proprio a causa di Denuvo, a dichiarare di essere riuscito a bucarlo. Ad annunciarlo è Bird Sister, la leader del gruppo cinese 3DM:

“3DM annuncerà presto di avere una soluzione per l’ultimo sistema di criptaggio di Denuvo, usato in giochi come FIFA 16, Just Cause 3 e Rise of the Tomb Raider […] Abbiamo fatto questo annuncio perché molti giocatori credevano che avessimo abbandonato il cracking a causa di problemi tecnici, ma dimostreremo che non è così. Non siamo ancora stati sconfitti”

Non è chiaro quale siano le reali intenzioni di 3DM e quando queste dichiarazioni si rifletteranno su un’effettiva crack per i titoli protetti da Denuvo.

LEGGI ANCHE: Pirati in difficoltà nel crackare FIFA 16 e Just Cause 3: è in arrivo la fine dei crack per PC?

Per il momento il team ha deciso di tenere un profilo basso (o quantomeno di cercare di guadagnare tempo) e non è chiaro quali saranno le tempistiche per vedere affiorare in rete, ad esempio, la crack di Just Cause 3. Fatto sta che quello che sembrava il metodo in grado di debellare la pirateria in pochi anni potrebbe fallire miseramente, un po’ come è successo a tutti i suoi predecessori.

Via: Tom's Hardware