Microsoft-accetta-i-Bitcoin

Ecco chi potrebbe essere dietro alla creazione dei bitcoin

Cosimo Alfredo Pina

Dietro alla creazione di Bitcoin, la valuta elettronica più diffusa sulla rete, c’è il misterioso pseudonimo Satoshi Nakamoto, fino ad oggi rimasto senza volto. Nelle ultime ore sta però circolando sulla rete un dettagliato rapporto che collegherebbe il misterioso personaggio ad un persona ben precisa.

Il suo nome sarebbe Craig Steven Wright, un cittadino dell’australiana Sydney. Per risalire alla sua identità è stato necessario incrociare una notevole quantità di informazioni tra email, pubblicazioni online ed interviste anonime.

Il profilo di Wright, sempre secondo la ricostruzione, sarebbe quello di una persona totalmente dedita alla creazione dei bitcoin fino a portarlo ad ipotecare tre proprietà ed investire più di un milione di dollari in fornitura tecnologica.

LEGGI ANCHE: Una startup vuole creare Bitcoin coi nostri smartphone

Al momento non c’è niente di confermato, men che meno dal diretto interessato, che tra l’altro poco dopo la pubblicazione delle inchieste è stato sottoposto ad una perquisizione da parte della polizia locale.

Per ora è anche l’autorità a smentire, spiegando che l’intervento non è legato in alcun modo ai bitcoin e parla di un’indagine da parte dell’Australian Tax Office, l’ente dedito alla riscossione delle tasse.

Insomma il tutto rimane ancora avvolto nella sfera dell’incertezza, proprio in un momento in cui la valuta elettronica avrebbe bisogno di una “guida”. Infatti negli ultimi tempi il dibattito sulla struttura di base del sistema, sopratutto sulla dimensione del block size, è sempre più acceso.

Difficile dire se e come questi avvenimenti influenzeranno il futuro della rete Bitcoin e l’unica cosa certa sembra essere il fatto che Wright passerà ore a dir poco intense.

Via: The Next Web