Social e simili vietati ai minori di 16 anni: arriva la legge all’Unione Europea

Cosimo Alfredo Pina -

Nelle ultime ore l’Unione Europea è in corso di approvazione una legge che entro due anni potrà portare, negli stati membri, il divieto all’accesso a tutti i servizi che richiedono registrazione ai minori di 16 anni.

In effetti la maggior parte dei social e dei provider di servizi mail ed affini impongono già il limite dei 13 anni, per adempire alle leggi già valide nella maggior parte dei paesi europei, ma adesso la soglia potrebbe alzarsi per tutti i teenager fino a 16 anni.

Il divieto in discussione non è però assoluto; chi vorrà approcciarsi alla rete potrà chiedere il permesso ai genitori o al tutore. Inoltre starà ad ogni paese decidere se e come innalzare questo limite.

LEGGI ANCHE: Riprendete a fare gli stalker su Facebook con questo semplice tool per la ricerca!

Con internet sempre facilmente accessibile da tutti, principalmente per la diffusione di smartphone e affini, che semplificano il tutto anche nelle fasce di età più basse, una legge del genere è forse necessaria, considerata l’invasività di certi servizi.

età social internet europa

Ma difficilmente questo provvedimento a livello europeo, se dovesse passare alle votazioni di domani e adottato alla lettera, sarà sufficiente a frenare la curiosità dei giovani esploratori della rete, a cui effettivamente basterà davvero poco, giusto una “piccola” bugia, per continuare ad aggirare i blocchi.

 

Aggiornamento: aggiornato l’articolo per fare chiarezza sul fatto che la legge è ancora in fase di discussione.

Via: The Verge