dropbox final

Dropbox Infinite dovrà accedere al kernel e la cosa non piace agli esperti di sicurezza

Cosimo Alfredo Pina

Circa un mese fa Drobpox Infinite veniva annunciato come feature esclusiva, ma ancora sperimentale,  capace di farvi vedere i file su Dropbox senza necessariamente occupare spazio; stando alle promesse del popolare cloud potrete infatti accedere direttamente dall’esplora risorse, Finder e analoghi, tutti i contenuti sulla nuvola, siano questi sincronizzati o meno.

Una funzionalità così semplice e comoda, soprattutto sui dispositivi con ridotta capacità di archiviazione, che viene da chiedersi perché non sia stata implementata fino ad ora. Il problema sembra che per far si che Project Infinite funzioni, Dropbox debba accedere a risorse di sistema a livello molto basso, ossia il kernel.

LEGGI ANCHE: Dropbox vi mostrerà i file non sincronizzati senza usare il browser

Proprio per questo molti esperti di sicurezza stanno sollevando dubbi sull’implementazione su larga scala di Dropbox Project Infinite. Sam Bowne, professore di Ethical Hacking al City College San Francisco, ha spiegato:

“Dropbox vi sta chiedendo di fare una copia delle chiavi di casa vostra per trasferirsi a vivere da voi”

Dall’altro lato Dropbox ha chiaramente indicato come Infinite non potrebbe funzionare senza accedere al kernel: “sarebbe tecnologicamente impossibile”. Il fatto che Dropbox dovrà accedere a fondo nei nostri dispositivi è quindi un dato di fatto.

Quello che rimane ancora da chiarire è forse la cosa più importante: sarà possibile disattivare Infinite, e quindi evitare l’accesso al kernel, una volta installato Dropbox?

Via: EngadgetFonte: Venture Beat
  • Andrea__93

    Con Linux non sarebbe possibile ottenere lo stesso risultato con un’implementazione di FUSE?