Internet Explorer - Microsoft Edge final

Edge è il futuro, ma ecco perché Internet Explorer non morirà

Cosimo Alfredo Pina

Mentre sul lato consumer Microsoft sta spingendo fortemente su Edge, il moderno browser che vuole rivaleggiare con Chrome, Firefox e Opera, in molti ambiti professionali, o comunque dove ci sia bisogno di retro compatibilità, la scelta deve cadere sul sempre meno usato Internet Explorer.

Infatti Microsoft riconosce che Edge non è in grado di gestire le vecchie web app e così in un post sul blog ufficiale di Windows fa il punto della situazione spiegando che la scelta d’obbligo in caso di queste necessità è Internet Explorer 11.

Internet Explorer 11 sarà l’ultima versione dello storico browser e sarà l’unica a ricevere aggiornamenti e supporto dal 12 gennaio 2016. Per venire incontro a coloro che hanno bisogno di compatibilità con versioni ancora più vecchie Microsoft ha lanciato oggi due strumenti: Web Application Compatibility Lab Kit ed Enterprise Mode.

LEGGI ANCHE: EdgeHTML 13: ecco come Microsoft ha migliorato il suo browser

Il primo è un kit di sviluppo permette agli addetti ai lavori di migrare più facilmente le web app da versioni precedenti alla 11, verso l’ultimo Internet Explorer. Enterprise Mode è invece una modalità legacy, che permette di far girare il browser in modalità compatibilità, emulando le vecchie versioni.

Questi strumenti non sono pensati come una soluzione a lungo termine; l’ideale sarebbe riprogettare i prodotti sui nuovi standard ma per ovvi motivi di tempo e integrazione questo non è sempre possibile.

Il futuro di internet su Windows passa quindi da due vie, una pensata per la navigazione quotidiana assegnata ad Edge ed un’altra indirizzata al mondo business che promette retrocompatibilità e migrazione ottimale grazie a Internet Explorer 11.

Via: Blog Windows