react native

Facebook vuole che le app siano tutte come la sua, da oggi anche su Windows e smart TV

Cosimo Alfredo Pina

Tra le novità della seconda giornata del Facebook F8 ci sono quelle riguardo React Native, una libreria JavaScript su cui si basa anche l’app Facebook per Android ed iOS. React Native diventa infatti compatibile anche le app universali di Windows 10 (UWP) e con Tizen, il sistema operativo di Samsung impiegato ad esempio nelle sue smart TV.

Questo significa che gli sviluppatori potranno realizzare app multipiattaforma, riutilizzando buona parte del codice, da oggi su ancora più dispositivi.

LEGGI ANCHE: La libreria Facebook React diventa totalmente open source

Ad oggi React Native è usato da più di 500 app e servizi e siamo certi che la lista si allungherà ulteriormente, tanto più che oltre all’apertura verso Tizen e Windows 10 è stato introdotto il supporto dell’SDK di Facebook per questa libreria, con cui diventa più facile integrare funzioni, anche su Android ed iOS, come login, tasto condivisione e analisi del traffico.

A qualcuno la cosa potrà far storcere il naso, vista la non grande fama che l’app di Facebook gode soprattutto su Android, ma i vantaggi dei sistemi di sviluppo multipiattaforma sono davvero molti sia per gli utenti, con nuove feature più facili da implementare, sia per le software house che possono risparmiare molto sui costi di sviluppo.

Fonte: Facebook
  • antonioliccard0

    Cioè tutte sviluppate col c**o?

  • Baronz

    Cioè una m3rd4 ?

  • Antonio Fabozzo

    Madonna mia, se Facebook potesse decidere, ci troveremmo con tutte app buggate e lente capaci di far rallentare anche un galaxy s20 e iphone 10.. tornerei probabilmente ad un 3330.

  • Igor Mishin ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

    Quindi lente ed inutilizzabili? Invece di aggiungere novità e scambiare i menu ogni 2 per 3 pensasse a rendere decente la sua di App.