wow fi fastweb

Fastweb Wow Fi: il wireless “spettacolare” è quello condiviso

Cosimo Alfredo Pina -

Wow Fi è il nuovo servizio di Fastweb che al di là del nome che richiama alla spettacolarità offre un approccio un po’ diverso al concetto di connettività. Con Wow Fi gli utenti dell’operatore di telefonia fissa potranno connettersi ai modem Wi-Fi degli altri utenti con delle credenziali indipendenti dal punto di accesso.

Sfruttando infatti la connessione ad alta velocità, quella che utilizza la connessione su fibra ottica, e degli appositi modem viene ritagliata una porzione da mettere a disposizione, ovviamente in maniera facoltativa, degli altri utenti Fastweb che si trovino a portata.

L’azienda promette che i guest, coloro che ospiteranno, non si accorgeranno di niente e il tutto non intaccherà le prestazioni o metterà a rischio privacy e sicurezza. Ad ulteriore garanzia il test condotto su 150 mila utenze su 19 città italiane di medie dimensioni che si è concluso con successo in località come Pisa o Pescara.

LEGGI ANCHE: Il vostro regalo di Natale sarà la fibra a 100 o 300 Mb/s di TIM?

Così da ieri il tutto è partito nella città di Milano dove sono stati attivati 45.000 modem. A seguire, entro febbraio 2016, altri centri, più o meno grandi, come Firenze, Bologna, Roma, Genova e Torino e entro la fine del prossimo anno tutte le località raggiunte dalla fibra Fastweb.

Come già accennato il tutto sarà facoltativo, ma chi deciderà di non partecipare a questa rete condivisa non potrà utilizzare a sua volta il Wow Fi, che promette nessun limite di traffico (in quantità e in qualità), andando quindi a sollevare il carico sul piano mobile, e la possibilità di utilizzarlo con fino a quattro dispositivi per utente.

Sulla carta Wow Fi è sicuramente interessante e sembra avere le carte in regola per “rivoluzionare” la connettività, almeno nei grandi centri abitati. Voi lo avete già provato  o preferite sfruttare la vostra banda a casa al 100%?


Fastweb lancia il piano nazionale WOW FI:

la soluzione che consente ai clienti di navigare

con la potenza della fibra sempre e ovunque

Grazie alla potenza della nuova rete in fibra ottica, i modem Fastweb diventano punti di accesso wi-fi gratuiti e riservati alla Community dei clienti dell’operatore a banda ultralarga. Oggi il servizio prende il via a Milano, seguiranno entro pochi mesi Roma, Firenze, Torino, Bologna, Genova e tutte le altre città raggiunte dalla rete Fastweb.

Milano, 3 Dicembre 2015 – Fastweb lancia il piano nazionale WOW FI: la soluzione di wi-fi diffuso in cui ogni modem Fastweb diventa un punto di accesso a disposizione della Community dei clienti. Con una soluzione unica in Italia, basata sulla rete in fibra ottica e su processi di autenticazione sviluppati per garantire semplicità e sicurezza della connessione, la società offre ai propri clienti la possibilità di navigare sempre e ovunque senza spese aggiuntive.

Il servizio, lanciato in anteprima in diciannove città di medie dimensioni, viene oggi acceso a Milano, dove saranno 45.000 gli hot spot a disposizione dei clienti di Fastweb per navigare fuori casa, su un totale di 150.000 hot spot WOW Fi già attivati in Italia ad oggi. Seguiranno Roma a febbraio 2016, Firenze e Torino a marzo, Bologna e Genova ad aprile ed entro la fine del prossimo anno il servizio sarà attivo in tutte le altre città italiane raggiunte dalla rete Fastweb.

Il WOW FI è pensato per offrire ai clienti Fastweb, famiglie o Partite Iva, un accesso wi fi outdoor incluso nell’abbonamento, sicuro, pratico e facile da usare basato sulla Community. Ogni modem wi-fi può diventare un hot spot mettendo a disposizione della Community la banda larga inutilizzata.  A sua volta, chi offre accesso potrà connettersi quando è fuori casa al wi-fi degli altri membri della Community, risparmiando traffico dati mobile e godendo di una connessione sicura e di qualità. L’utilizzo del WOW FI non incide in alcun modo sulle prestazioni della rete domestica. Inoltre la condivisione è una facoltà dei membri della Community che in qualsiasi momento possono decidere di non farne più parte.

Gli standard di sicurezza sono elevatissimi: le reti di accesso, di chi naviga da casa e di chi è ospite, sono completamente separate e protette. La prima volta che utilizza il servizio, il cliente deve selezionare la rete WOW FI Fastweb e autenticarsi utilizzando  username e password ricevuti via sms. Nei collegamenti successivi gli apparati (smartphone, ipad, tablet) si connetteranno automaticamente ovunque sarà disponibile la rete WOW Fi, senza necessità di autenticarsi nuovamente. E’ possibile collegare fino a quattro apparati contemporaneamente.

Il servizio WOW FI va incontro all’esigenza dei clienti Fastweb, grandi utilizzatori di Internet, anche in mobilità. Le ricerche dimostrano che l’utilizzo del wi-fi è in grande aumento, in casa come in ufficio, mentre è  limitato in strada e nei luoghi pubblici dove è ancora scarsa la diffusione e complicata l’autenticazione.

Oggi l’80% del traffico dati di smartphone e tablet è su rete wi-fi, contro solo il 20% su rete mobile:  il wi-fi si è affermato come tecnologia principale per la trasmissione dati mobile. E anche la diffusione delle reti LTE non cambierà la situazione, anzi la quota di traffico wi-fi sul totale crescerà ancora: per Analysis Mason sarà l’84% nel 2019.

Fuori casa, le cose cambiano:  solo il 25% del traffico wi-fi  è  realizzato all’aperto. Le reti wi-fi pubbliche e cittadine non sono sufficienti a soddisfare la richiesta a causa del numero limitato di hotspot, della copertura discontinua e delle modalità di accesso che spesso rendono complicato il processo di autenticazione.

“WOW FI è un servizio innovativo che risponde al desiderio dei nostri clienti di continuare a navigare alla massima potenza e con la qualità Fastweb sempre e ovunque” ha dichiarato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. “La nostra soluzione di wi-fi condiviso è unica, perché progettata e realizzata interamente in Fastweb, in modo da garantire controllo, qualità e sicurezza. E’ semplice e pratica, perchè non richiede app o ripetuti login, ed è estremamente sicura perché progettata per tutelare al massimo sicurezza e privacy dei clienti”.

  • Diego Meneghetti

    Questa cosa del Wowfi in Francia esiste da anni e lo dico perché ci ho vissuto e ho pure condiviso la mia. In un paesino di campagna. Qui sempre e solo le solite città. Siamo un paese arretrato mentalmente e culturalmente.

    • Agnese

      figurati che nel mio paese non c’è nemmeno la fibra quindi.

      • Diego Meneghetti

        Io ho l’adsl con questi vanitosi di Fastweb e ti dico che rimpiango la 56k. Paesino di campagna nel trevigiano….

  • Ma le wifi fastweb sono gia’ state gratis per tutti buahahahah

  • LucaFrance Traverso

    mah….io ho fastweb fibra 100…non riesco mai e dico mai ad andare sopra i 10 Mb………..e’ almeno 2 anni che cerco di farmi risolvere il problema ma niente……NON E” CHE QUESTO SERVIZIO E” GIA” ATTIVO DA ANNI SENZA DIRCELO???????

    • Mirko

      La banda della tua connessione viene donata solo se non la stai utilizzando tu, visto che la priorità la ha la tua rete alla quale ti stai connettendo

    • Riccardo Sella

      Ti colleghi con il cavo LAN o tramite wifi?

    • Steve

      beppe, sei tu?

  • Davide

    Questo limite delle città/fibre è un po’ inutile dai…Vodafone offre lo stesso servizio senza questa cacata 😀

  • Antonio Rossi

    piccolo problema… e se qualcuno prendesse un router fastweb, vi abilitasse il wowfi, avvolgesse quindi il router nella carta di alluminio (o solo le antenne se esterne) in modo da schermare il segnale, e poi vi collegasse in cascata un access point?

    di fatto il wowfi sarebbe attivo e lo “scroccone” potrebbe sfruttare quello delle altre persone, però lui non condividerebbe nulla…
    mi sembra una gran bella falla…

    • Agnese

      ma la porzione sarebbe comunque riservata quindi probabilmente a livello di prestazioni non gli cambierebbe molto

    • Filo

      Si, hai ragione, ma non è una così grande “falla” come se uno riuscisse ad esempio ad entrare nella tua rete, piuttosto chiamerei quella falla e non questi giochetti ahahah

    • Steve

      chiunque facesse qualcosa del genere diventerebbe un problema per gli ospedali psichiatrici, non per fastweb

  • lomedimeo

    Lo ho attivo, non lo voglio, chiamo fastweb per un problema di linea e chiedo anche la cancellazione del servizio wow-fi, risposta: si certo signore!. Due mesi dopo è ancora lì.

  • Luca Ziliani

    Credo che ci siano problemi legali/privacy:

    1 – se qualche cliente fastweb WOW FI collegato al mio modem fà operazioni illegali utilizzando la mia rete? l’indirizzo ip e l’area geografica del delitto sono le mie…

    2 – i clienti pagano per una connessione internet esclusiva non condivisa

    3 – è informaticamente impossibile che le prestazioni(bitrate e ping) della mia connessione non subiscano variazioni se utenti WOW FI usano la mia connessione .

    4 – nella pagina promo http://www.fastweb.it/speciali/wow-fi/ non viene mai specificato che la connessione WOW FI è fornita dal tuo router!!! Io all’inizio pensavo che fastweb avesse messo in giro delle stazioni access-point di sua proprietà…

    5 – In genere queste offerte partono disabilitate di default e il cliente sceglie se abilitarle, non vengono abilitate di nascosto e in automatico mandando una semplice mail…

    chi è l genio che ha ideato questa offerta..