Come Chrome ci ha salvato dai “salti” durante il caricamento delle pagine web

Cosimo Alfredo Pina

Se usate Chrome come browser principale forse vi sarete già accorti della novità introdotta dalla versione 56, sia  desktop che mobile. Il nome ufficiale di questa feature è scroll anchoring ed è quella che vi ha messo in salvo dai “salti” dello scrolling.

Vi sarà sicuramente capitato, più probabilmente da smartphone dove lo schermo è piccolo, di aprire una pagina, scorrere per iniziare la lettura e pochi istanti dopo essere disturbati da salti improvvisi della posizione, dovuti magari ad un’immagine caricata dopo qualche secondo.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità di Chrome 57

Grazie allo scroll anchoring, implementato da Chrome 56 questo fastidio diventa un ricordo del passato, in quanto il browser è in grado di riconoscere la posizione dello scrolling e tenerla fissa anche mentre gli altri componenti della pagina si caricano. Il video a fine articolo vi mostra chiaramente di cosa stiamo parlando.

Insomma una piccola ma concreta comodità che forse non vi eravate accorti di avere. Se invece siete webmaster e volete approfondire l’argomento potete far riferimento al post ufficiale sul blog di Chromium.

Fonte: Google