Google Home ha battuto Amazon Echo in un quiz con 3000 differenti ricerche

Leonardo Banchi

La sfida fra gli assistenti virtuali è tutt’altro che chiusa, e tutti i principali colossi dell’informatica sembrano voler dire la loro. Al momento, però, i due competitor che si stanno giocando il primo posto nelle case degli utenti sono senza dubbio Amazon Alexa e Google Assistant, integrati rispettivamente nella serie di altoparlanti Echo e in Google Home (recensione).

Purtroppo, noi utenti italiani siamo ancora lontani dal poter mettere a confronto i due assistenti, ma 360i, un’agenzia di marketing con sede a New York, ha invece deciso di scoprire quale dei due sia in grado di fornire le migliori risposte mettendoli a confronto faccia a faccia in un test composto da 3000 domande.

LEGGI ANCHE: Google WiFi è ora disponibile all’acquisto in Francia e Germania

Gli interrogativi posti dall’agenzia sono stati studiati per riflettere il più possibile le domande “standard”, che qualunque utente potrebbe rivolgere allo speaker installato del proprio salotto, e i risultati hanno rivelato una vittoria netta dell’assistente a marchio Google: le risposte fornite dall’assistente di Big G si sono infatti rivelate circa sei volte più accurate di quelle prodotte da Amazon Alexa.

Il motivo di questa disparità, mostratasi soprattutto nelle ricerche di carattere generico, è ovviamente da ricercarsi nella potenza del Knowledge Graph di Google, ereditato dal motore di ricerca e ormai migliorato da anni di sviluppo e utilizzo. Alexa, d’altro canto, ha invece mostrato dei guizzi di superiorità nelle domande incentrate su shopping e acquisti, forte della propria esperienza nel commercio online e dei dati forniti dai vari partner.

L’azienda di marketing ha comunque specificato come questa superiorità siararamente apprezzabile nell’utilizzo quotidiano, dato che entrambi gli assistenti sono stati in grado di fornire risposte soddisfacenti nella maggior parte dei casi. Qui in Italia, d’altro canto, ci acconteremmo per ora di vederne arrivare almeno uno.

Via: 9to5google
  • MuffY

    Li possiedo tutti e due (presi alexa appena uscito qui in Germania e Google home in un recente viaggio in America) , google home é nettamente migliore nel riconoscimento vocale e ha anche qualche comoda funzione in piú (vedi streaming su chromecast). Alexa rimane imbattibile nel riconoscimento dei comandi con rumore di fondo, ad esempio durante la riproduzione di musica alexa riconosce la hot world nel 99% dei casi, google home direi intorno al 30%.