google final

Google si rifiuta di estendere il diritto all’oblio a tutto il mondo

Lorenzo Quiroli

In Europa sì, in tutto il mondo no. È in sostanza questa la risposta che Google ha inviato al garante della privacy francese che chiedeva un’estensione del diritto all’oblio da tutti i server del famoso motore di ricerca, non solo nel vecchio continente.

Questo consiste nel cancellare, previa richiesta che Google esamina per valutare se esistono gli estremi giuridici per soddisfarla, i risultati dal motore di ricerca relativi a fatti non più rilevanti che potrebbero ledere la privacy di individui (coloro che ne fanno richiesta). È iniziato tutto da una sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Europea contro Google Spagna e da allora sono pervenute 250.000 richieste, il 72% delle quali sono state rifiutate.

LEGGI ANCHE: Google e il diritto all’oblio, nuovi dati confermano l’importanza della vicenda

La Francia pretendeva che la privacy fosse garantita in modo globale con un’estensione della norma, ma Google ha risposto picche, sottolineando che si tratta di una prerogativa europea e non ha motivo per applicarla in tutto il mondo.

Fonte: Repubblica