HP svela tre nuovi dispositivi indirizzati all’utenza business: un all-in-one, un covertibile e una whiteboard (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Giornata di presentazione in casa HP, con tre nuovi dispositivi pensati in particolare per l’utenza business, sia per il tipo di soluzioni adottate, sia anche per i prezzi di listino piuttosto alti. Si tratta di un PC all-in-one, un laptop convertibile a 360° e una whiteboard digitale che – pur partendo da presupposti diversi – punta a competere con Surface Hub di Microsoft.

HP EliteOne 1000 G1

Si tratta in realtà di una nuova serie di dispositivi, che differiscono principalmente per le dimensioni del display e la loro risoluzione. La variante con il display più compatto è da 23,8″ in risoluzione Full HD, seguita poi dalla variante con display da 27″ in risoluzione 4K, arrivando ai 34″ WQHD del display curvo della variante più ampia.

La piattaforma hardware – che vanta processore Intel Core di 7° generazione e un quantitativo di RAM fino a 32 GB DDR4 – è alloggiata nella base del display ed è modulare e quindi sostituibile con componenti più aggiornati, in futuro. Addirittura il display stesso può essere smontato e sostituito, in caso di guasti o di futuri upgrade. Da segnalare però l’assenza di una scheda grafica dedicata.

La dotazione di porte è completissima – non manca anche la USB di tipo C – ed è presente anche una fotocamera da 2 megapixel per le videochiamate e un sistema audio realizzato in collaborazione con Bang&Olufsen. La nuova serie di AIO di HP sarà presto disponibile nel mercato statunitense, con le varianti da 23,8″ e 27″ previste per la disponibilità immediata, mentre la variante da 34″ per il mese di novembre. I prezzi non sono ancora stati comunicati.

HP EliteBook x360 1020 G2

Un nome molto lungo per il nuovo convertibile a 360° di HP, che però nasconde una cura dei dettagli e specifiche tecniche di livello assoluto. Uno dei punti di forza è senza dubbio il display da 12,5″ touchscreen, in grado di raggiungere una luminosità di 700 nits e, quindi, rendendosi perfettamente visibile anche all’aperto, durante giornate particolarmente soleggiate.

Per questo convertibile, HP ha optato per processori Intel Core di 7° generazione (i5 e i7), a differenza di alcuni rivali che stanno già lanciando sul mercato soluzioni dotate di processori Intel Core di 8° generazione. Brilla però il tipo di memorie integrate, con SSD PCIe fino a 360 GB, mentre il quantitativo di RAM arriverà a 16 GB.

Il design del dispositivo non ha subito particolari cambiamenti rispetto agli apprezzati predecessori della stessa serie. HP EliteBook x360 1020 G2 sarà disponibile negli USA a partire dalla fine di settembre, ad un prezzo di partenza di 1.379$.

HP Shareboard

Chiudiamo infine con il dispositivo più particolare del lotto, ovvero una whiteboard digitale che si preannuncia come un rivale del Microsoft Surface Hub, ma con una concezione di fondo differente. È infatti una soluzione molto più semplice rispetto a quella pensata da Microsoft e pensata quasi esclusivamente per le riunioni collaborative di gruppo, anche da remoto.

Grazie infatti ad appositi sensori, quella che a tutta prima sembrerebbe una normalissima lavagna bianca su cui disegnare tramite un pennarello, si trasforma in un congegno in grado di inviare in streaming – utilizzando una connessione sicura – le attività che si svolgono sulla lavagna, creando delle vere e proprie riunioni coinvolgenti anche per chi non è presente fisicamente nella stanza dove si sta svolgendo.

Non è tutto ovviamente, perché con HP Shareboard si potranno salvare annotazioni e disegni in PDF e si potrà ripercorrere l’intera attività della riunione scorrendo una apposita timeline. Di sicuro una soluzione meno completa rispetto ad altre presenti sul mercato, ma imbattibile in fatto di semplicità di utilizzo. Anche in questo caso non si conoscono i prezzi ufficiali, ma la disponibilità dovrebbe partire dal prossimo mese di dicembre, negli USA.

Via: MSPowerUser (1), MSPowerUser (2), MSPowerUser (3)