HTC si fa in tre per diffondere Vive fra i suoi fan… americani (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Nonostante abbia annunciato il suo imminente ritorno nella grande distribuzione italiana e di avere in serbo uno smartphone top di gamma per il 2017 (anche se non più della serie One), HTC continua a inviare segnali che confermano come il mondo degli smartphone e il mercato europeo non siano più delle priorità.

È notizia di oggi infatti l’annuncio di HTC per una nuova campagna di bundle e finanziamenti volta a spingere le vendite del dispositivo su cui più sta puntando per il suo futuro, il suo visore per la realtà virtuale Vive.

HTC Vive è stato acclamato come uno dei visori più avanzati e performanti sul mercato e proprio per questo richiede dei PC con componenti hardware di fascia altissima per poter dare il meglio di sé. Componenti molto costosi e ad oggi poco diffusi, motivo per cui HTC ha deciso di lanciare un bundle ad un prezzo aggressivo (999,99$), contenente ovviamente il suo visore e una scheda grafica NVIDIA GeForce GTX 1070 Founders Edition.

In alternativa, HTC propone un secondo bundle, questa volta con un potentissimo laptop gaming (in particolare MSI GS73VR Stealth Pro), con la possibilità di rateizzare l’ingente spesa con 125$ mensili.

LEGGI ANCHE: MSI GE62 7RE Apache Pro, la recensione (foto e video)

La terza ed ultima proposta, per gli amanti dei PC desktop (a proposito, guardate quello che abbiamo assemblato nell’ultimo episodio di Casa SmartWorld), prevede HTC Vive in bundle con un CyberPowerPC Gamer Xtreme GXi970 per ‘meno di 99$ al mese’.

Come già accennato nel titolo e come avrete potuto intuire dalla valuta dei prezzi indicati, le offerte in questione, che comprendono anche alcuni titoli pensati per la realtà virtuale e un mese gratuito del servizio Viveport, riguarderanno soltanto l’utenza americana, probabilmente il mercato più importante per il settore della realtà virtuale.

Speriamo che anche in Italia possano arrivare delle offerte simili per incentivare la diffusione di una tecnologia così interessante ma ancora per pochi.

Via: EngadgetFonte: Blog Vive.com