amicizia facebook

Il capo toglie l’amicizia su Facebook e viene accusato di bullismo

Cosimo Alfredo Pina

Se siete utilizzatori mediamente attivi di Facebook, vi sarà capitato certamente di ritrovarvi con “amici” che in un secondo momento avreste preferito ignorare. Per questo esiste la possibilità di togliere l’amicizia ad un contatto, relegandolo nella cerchia degli sconosciuti.

In Australia questa operazione apparentemente banale ha portato alla condanna di un amministratore, accusato di bullismo proprio dopo aver tolto l’amicizia su Facebook ad un dipendente.

LEGGI ANCHE: Le nuove opzioni delle Note trasformeranno Facebook nel vostro blog personale

Ovviamente l’atto che ha dimostrato la “mancanza di maturità emotiva” non è stato isolato, ma piuttosto il fattore scatenante abbinato ad altri tipi di molestia che hanno portato la vittima a sviluppare ansia, depressione e disturbi del sonno.

Non quindi improbabile che in futuro, magari anche al di fuori dell’Australia, atti provocatori più o meno diretti sui vari social possano essere utilizzati come efficace prova in caso di mobbing, non esclusivamente virtuale.

Via: Engadget
  • Lorenzo Cammarota

    ehm… what?

  • ErikArtaz

    A mio parere, se il capo volesse a tutti i costi la mia amicizia su facebook, potrebbe essere considerato bullismo e invasione nella sfera privata, non il contrario.

    • Davide Polez

      Giusto! Ma esistono le liste di amici, e che siamo pigri ad usare questi strumenti come si dovrebbe.