windows 10 desktop

I PC di tutto il mondo danno il benvenuto a Windows 10!

Cosimo Alfredo Pina -

In queste ultime settimane abbiamo spesso affrontato l’argomento Windows 10 e di come questo punti a rivoluzionare l’esperienza sui PC basati sul sistema Microsoft. Oggi Windows 10 diventa realtà per (quasi) tutti, grazie alla campagna di aggiornamento avviata da poche ore.

Il miglior Windows di sempre, come spiega Microsoft nel post celebrativo sul blog ufficiale, unisce elementi familiari come menu Start, Taskbar e Desktop con altri relativamente nuovi come le Live Tiles.

Sul nuovo sistema grande attenzione alla sicurezza, grazie all’integrazione di un Windows Defender potenziato, l’uso di Smart Screen e Windows Hello, oltre che il nuovo Windows Store, anche questo aperto proprio oggi, dove scaricare in tutta sicurezza app per praticamente ogni esigenza.

windows 10 cortana

Sebbene la maggior parte dei dispositivi che saranno aggiornati in queste ore rientreranno nella categoria dei desktop e dei classici notebook, Windows 10 non rinuncia all’ottimizzazione con schermi piccoli e touch, grazie anche a Continuum ed app universali.

A completare la nuova esperienza Windows troverete Cortana, il potente assistente, Microsoft Edge, il nuovo browser che punta a seppellire Internet Explorer, oltre ad una ricca serie di app integrate come Photo, Groove (per la musica), Maps e Film & TV.

Come forse già saprete per avere accesso all’aggiornamento Windows 10 è necessario essere in possesso di un PC basato su Windows 7 o Windows 8.1, compatibile con il nuovo sistema e che abbia aderito tramite l’apposito sistema di notifica.

LEGGI ANCHE: Come forzare la notifica per l’aggiornamento a Windows 10

Se per qualche motivo il vostro computer non dovesse aver ricevuto il pop-up per l’aggiornamento, ma siete comunque in possesso di una licenza di uno degli ultimi due sistemi operativi Microsoft, potete sempre procedere ad un’installazione da zero, scaricando gli ISO di Windows 10 dal sito ufficiale.

E voi siete già pronti per provare Windows 10 o rimarrete fedeli al vostro “vecchio” sistema operativo?