Intel porta i laptop gaming al prossimo livello con i Core i9 di 8a generazione e non solo (foto e video)

Nicola Ligas -

Intel ha calato oggi una serie di assi che erano nell’aria da tempo, e che vanno a portare nuova linfa nei portatili gaming, ma non solo. Parliamo dei nuovi Coffee Lake di ottava generazione della serie H, ovvero high performance, che arrivano fino al Core i9 hexa-core. Ma non solo: abbiamo anche un refresh della serie U, sempre dedicata alla mobilità, e dei chip per Desktop e server. Insomma: ce c’è per tutti.

Trovate a fine articolo una serie di slide riassuntive di tutti i nuovi chip annunciati quest’oggi, e già pronti a sbarcare sul mercato con i primi laptop (gaming in particolare) dotati di queste nuove soluzioni.

Volendo riassumere brevemente i processori più interessanti tra quelli annunciati, partiamo appunto dai Coffe Lake:

  • Core i9-8950HK: 6 cores/12 threads, 2.9 GHz base/4.8 GHz boost frequency, 12MB cache, unlocked
  • Xeon E-2186M: 6 cores/12 threads, 2.9 GHz base/4.8 GHz boost frequency, 12MB cache
  • Xeon E-2176M: 6 cores/12 threads, 2.7 GHz base/4.4 GHz boost frequency, 12MB cache
  • Intel Core i7-8850H: 6 cores/12 threads, 2.6 GHz base/4.3 GHz boost frequency, 9MP cache, partially unlocked
  • Intel Core i7-8750H: 6 cores/12 threads, 2.2 GHz base/4.2 GHz boost frequency, 9MB cache
  • Intel Core i5-8400H: 4 cores/8 threads, 2.5 GHz base/4.2 GHz boost frequency, 8MB cache
  • Intel Core i5-8300H: 4 cores/8 threads, 2.3 GHz base/4 GHz boost frequency, 8MB cache

I nuovi Intel Core i9, i7 ed i5 per laptop sono sempre basati su architettura Coffee Lake con processo produttivo a 14nm++ e promettono un aumento di frame rate nel gaming del 41% o anche di poter editare un video in 4K con il 59% di velocità in più rispetto alla precedente generazione, con la stessa scheda grafica discreta.

La punta di diamante di questa nuova serie è il modello i9-8950HK, con la K sinonimo di overclock. Si tratta del primo processore Intel per laptop dotato di 6 core, ed include il nuovo Intel Thermal Velocity Boost (TVB), che serve proprio a gestire nel modo migliore la tanta potenza a disposizione, in base anche alla temperatura del sistema.

Tutti questi processori supportano memorie RAM dual-channel DDR4-2666 ed Intel Optane. I modelli Xeon ed il Core i5-8400H possono essere anche vPro. A proposito di Optane, Intel ha annunciato anche una nuova funzione chiamata Data Drive Acceleration, che consente di accoppiare un drive Intel Optane con un hard disk secondario per velocizzare i tempi di caricamento per multimedia, giochi ed altri file di grandi dimensioni (4,7x game loading, 1,7x multimedia). Il TDP dovrebbe essere di 45W per tutti, anche se c’è ancora qualche dubbio sul Core i9, sebbene le slide di Intel qui sotto sembrino piuttosto chiare al riguardo. Vedremo comunque cosa diranno le prime prove sul campo, che non dovrebbero tardare.

Ci sono però novità anche per la serie U, come già accennato. In particolare:

  • Core i7-8559U: 4 cores/8 threads, 2.7 GHz base/4.5 GHz boost frequency, 8MB cache
  • Core i5-8269U: 4 cores/8 threads, 2.6 GHz base/4.2 GHz boost frequency, 6MB cache
  • Core i5-8259U: 4 cores/8 threads, 2.3 GHz base/3.8 GHz boost frequency, 6MB cache
  • Core i3-8109U: 2 cores/4 threads, 3 GHz base/3.6 GHz boost frequency, 4MB cache

Questi nuovi chip sono tutti dotati di un TDP di 28 watt, superiore agli attuali serie U di 8a generazione da 15W, ed integrano il nuovo chipset Mobile Intel 300, con Gigabit Wi-Fi a velocità doppie rispetto al passato. Si tratta ancora una volta della serie che meglio combina prestazioni e risparmio energetico, e sono destinati a laptop/convertibili/tablet, piuttosto che alle workstation mobili.

Via: Liliputing (1), (2)
  • chupito71

    Si sa se in questi primi stepping sono già stati corretti Meltdown e Spectre?

    • Dovrebbero esserlo, ma non è una cosa di cui Intel ama parlare durante un lancio