Intel Compute Card, il computer più piccolo di uno smartphone, è sempre più vicino (foto)

Nicola Ligas -

In un mondo in cui gli smartphone vogliono sempre più essere PC, Intel percorre la strada opposta, e rende un PC grande quanto uno smartphone, più o meno. Parliamo di Compute Card, un dispositivo presentato al CES di inizio anno, ed ora portato anche, con maggiori dettagli, al Computex di Taipei.

Tecnicamente parlando abbiamo processori di classe Celeron o i5 fino a 4 GB di RAM, 128 di storage e connettività Wi-Fi ac e Bluetooth 4.2. Da oggi è disponibile il Compute Card Device Design Kit, che permette ai partner di Intel di creare hardware compatibile con Compute Card. Tra questi annoveriamo LG Display, Sharp, Dell, HP e Lenovo. Ad agosto partiranno le spedizioni delle prime Compute Card, inizialmente disponibili nelle 4 configurazioni seguenti:

Per adesso, Intel ha mostrato il suo reference design, che in pratica è una scheda da inserire in un’apposita dock che fornisce connettività cablata di vario tipo: USB, mini DisplayPort, HDMI ed Ethernet in particolare, in modo da diventare un vero e proprio PC quando vi inserirete al suo interno la Compute Card stessa. Affascinante, ma forse ancora troppo futuristico perché possa prendere davvero piede rispetto a soluzioni più tradizionali e maggiormente performanti.

Via: Tech Crunch, The Verge
  • Luca

    E’ un’idea molto interessante, se parliamo di abbinamento con display, con basetta mi sembra poco funzionale, visto che alla fine con l’evoluzione dei componenti, oltre a cambiare la card uno è costretto a cambiare anche la basetta se si trova porte poco aggiornate o connettori non performanti, comunque anche i display dovranno essere dotati di porte sufficienti