Intel se la prende comoda: chip Cannon Lake rimandati al 2019

Matteo Bottin

Evidentemente la concorrenza di AMD non fa paura a Intel: la produzione di massa dei suoi chip Cannon Lake a 10 nm è stata rinviata al 2019. Il tutto è stato descritto nel report dei guadagni del Q1 2018. Ah, parlando di guadagni, Intel ha incassato 16,1 miliardi di $ pari a 4,5 miliardi di $ di profitti, segnando un +50%.

Tornando ai chip, l’azienda li sta “spedendo in bassi volumi” (a chi, poi?) ma “si aspetta che la produzione in volumi a 10 nanometri venga spostata al 2019 (invece della fine del 2018)”. Un ritardo non da poco, se si pensa che questi Core dovevano arrivare già nel 2016 (anche se si pensava che fossero a 14 nm).

Se Intel è “ferma” ai 14 nm, gli altri competitor non stanno certamente a guardare: TSMC e Samsung sono da tempo ai 10 nm, e quest’ultima si è spinta addirittura ai 7 nm, in anticipo rispetto alla sua tabella di marcia. Probabilmente la produzione di massa di Samsung partirà in parallelo con l’uscita dei primi chip a 10 nm di Intel.

Pare tuttavia che questo ritardo non stia turbando l’azienda, visto che i profitti sono ancora molto alti e non c’è sentore di taglio di personale. Questa mossa porterà più concorrenza facendo avvicinare AMD?

Via: EngadgetFonte: Report Intel