Intel Optane: ecco gli SSD 3D XPoint per le intelligenze artificiali

Cosimo Alfredo Pina A metà memorie NAND e DRAM i primi SSD con tecnologia 3D Xpoint stanno arrivando

Avviene nel settore server il debutto degli SSD Intel Optane basati su tecnologia 3D Xpoint. Il primo è l’Intel Optane SSD DC P4800X un disco PCIe da 375 GB che promette di essere un ponte tra le memorie NAND, quelle impiegate negli SSD che da anni si trovano anche sul mercato consumer, e le DRAM.

Il segreto di questi SSD è appunto l’architettura 3D Xpoint, annunciata nel 2015 e poi rimandata più volte. Ma adesso il debutto è concreto, almeno su data center e “cervelli” sul cloud. Infatti affidabilità, velocità e alti valori di IOPS (operazioni per secondo) rendono questi SSD perfetti per machine learning e intelligenze artificiali.

LEGGI ANCHE: Intel 3D XPoint, una concreta rivoluzione per il settore delle memorie?

Per ora l’unico modello è quello da 375 GB, venduto da Intel tramite un programma di early access (quindi pochi pezzi) a 1.520$. Entro fine anno dovrebbero arrivare un modello con form factor U.2, quindi più compatto, oltre che varianti da 750 GB e 1,5 TB. Peccato che per ora non ci sono notizie di prodotti per il mercato consumer, dove alcuni prodotti promettono già la compatibilità con Optane.

Via: NeoWinFonte: MSPowerUser