intel skylake

Non dovrete fare nulla per velocizzare il vostro Skylake, ci penseranno Intel e Microsoft

Cosimo Alfredo Pina

L’ultima generazione di processori Intel Skylake non ha stravolto quanto visto con i Broadwell, ma ne ha piuttosto raffinato le caratteristiche con anche alcune nuove tecnologie; tra queste Speed Shift, un particolare accorgimento che permette ai processori Intel Core di 6a generazione di arrivare a piena potenza, in termini di frequenze, in appena 35 millisecondi.

Proprio su Speed Shift è incentrata la recente collaborazione di Microsoft e Intel che promette di rendere i PC Windows 10 basati su Intel Skylake molto più reattivi e performanti. Nei primi test dell’implementazione, condotti da Anandtech, i risultati sono effettivamente piuttosto promettenti:

Intel Speed Shift non è ancora stato implementato su Windows 10, ma alcune voci farebbero riferimento ad una possibile integrazione sul prossimo grande aggiornamento per il sistema operativo Microsoft, il Fall Update atteso proprio per questa settimana.

LEGGI ANCHE: Nuova possibile data per Windows 10 Fall Update

Ovviamente per poter sfruttare questa tecnologia è necessario essere in possesso di un dispositivo basato sull’ultima generazione di processori Intel, ma fa comunque piacere vedere come una “semplice” implementazione software possa rendere dei dispositivi già in commercio ancora più performanti ed efficienti.

Via: WMPowerUserFonte: AnandTech