tastiera proiettore

Kibojet, la tastiera che è anche un proiettore

Leonardo Banchi

La diffusione di tablet e smartphone ci ha ormai abituato ad avere a che fare con dispositivi composti solo da un display, nei quali la tastiera è esclusivamente virtuale, un’applicazione che emula le caratteristiche della tradizionale periferica fisica. Cosa rispondereste, però, se vi dicessimo che in futuro questa situazione potrebbe stravolgersi, e che i vostri computer potrebbero essere composti interamente da tastiere prive di schermo?

Non pensate però a impianti neurali, visori futuristici o altre stranezze: la tastiera KoboJet, realizzata dalla compagnia taiwanese Sho U, risolve il problema della visualizzazione in un modo molto più semplice: con un piccolo proiettore integrato proprio al di sotto dei tasti.

LEGGI ANCHE: La prossima tastiera Apple sarà un ibrido touch-meccanico?

Grazie a questo sistema, qualunque superficie che si trovi davanti alla scrivania potrà diventare il vostro monitor: il proiettore da 150 lumen, infatti, è in grado di adattarsi per mostrare un’immagine equivalente a un display fra i 21 e i 33 pollici, a una risoluzione di 1920×1080 pixel.

Kibojet è, però, ancora soltanto una tastiera: tuttavia, l’ingombro necessario per trasformarla in un computer perfettamente funzionante è davvero limitato, se deciderete di affiancarle una soluzione compatta come un Intel Compute Stick o altri mini-pc. Essa vi permetterà infatti di espantere le possibilità di queste soluzioni grazie a due altoparlanti stereo da 3 watt, connettività WiFi e Bluetooth, una porta USB e collegamenti HDMI ed Ethernet.

Il dispositivo, mostrato al Computex 2015, arriverà sul mercato durante il 2016, ad un prezzo non ancora dichiarato.

tastiera proiettore

Via: Liliputing