kodi final

Kodi accelera sulle release e intanto cerca disperatamente sviluppatori Android

Cosimo Alfredo Pina

C’è un motivo se a ridosso dell’ultima release di Kodi, la 16.1, è appena stata pubblicata la prima alpha della versione 17: lo sviluppo e il rilascio del popolare media center è passato ad una filosofia RERO (release early, release often), con frequenza semestrale.

La nuova politica, letteralmente “rilascia presto rilascia spesso”, aiuterà il progetto a meglio plasmare Kodi sulla base dell’opinione degli utenti. Inoltre, come viene spiegato sul post ufficiale, gli sviluppatori potranno lavorare con più serenità in quanto non dovranno attendere 18 mesi (la vecchia tempistica) prima di poter implementare o correggere una feature.

LEGGI ANCHE: Kodi si addatterà agli schermi touch cambiando look nella prossima release 

Insomma un cambio importante che promette un miglior flusso di lavoro e aggiornamenti più frequenti di Kodi. L’intervento dove viene annunciata l’adozione di RERO è poi accompagnato anche da un’importante comunicazione di servizio.

Il team di Kodi è alla ricerca, a giudicare dai toni con una certa urgenza, di uno sviluppatore Android che abbia praticità con C++ e magari Android TV; la cosa va avanti da un po’ di tempo e a questo punto si prospetta anche la possibilità di abbandonare Kodi per Android. Un vero peccato considerando quanto è apprezzato questo media center.

Fonte: Kodi
  • Karakurt

    Perché prima qualcuno li obbligava a rilasciare aggiornamenti ogni 18 mesi?