LarryPage1

Larry Page nella sua prima intervista dalla nascita di Alphabet parla di tutto, Steve Jobs compreso (video)

Nicola Ligas -

Larry Page, attuale CEO di Alphabet, ha rilasciato la sua prima intervista completa dalla nascita della super-azienda che racchiude anche Google, ed ovviamente gli argomenti di conversazione sono stati molteplici.

Alphabet è un’azienda come nessun’altra e come tale è difficile perché non ci sono modelli da seguire, perché nessun’altra azienda ha mai provato ad “avere le mani in pasta” in così tanti campi e cosi diversi tra loro. A questo proposito, Page afferma che sia lui che Steve Jobs (che sosteneva invece di doversi focalizzare su meno obiettivi e sviluppare quelli) avevano in realtà ragione, semplicemente ciascuno lo vedeva dal punto di vista della propria compagnia.

Page afferma che Alphabet/Google è stata organizzata così in parte perché ogni volta che si scontravano con un problema dovuto a cause esterne, hanno sempre iniziato a chiedersi se non ci fossero alternative, cercando in alcuni casi di realizzarle in proprio. Come tale, Alphabet è un’azienda che punta sul lungo periodo, ancor più di quanto facesse (e faccia ora) Google, il che significa anche assumersi maggiori rischi. Un esempio di questo sono le auto a guida autonoma, su cui Page aveva scommesso già 8 anni fa.

Page discute inoltre delle preoccupazioni legate alla privacy, suggerendo che forse ci siamo spinti un po’ in là con il continuo preoccuparsene (ma il discorso sarebbe molto più ampio.)

Riguardo Project Loon, Paige lo considera un progetto molto importante, uno a cui tiene personalmente, col potenziale di portare la comunicazione in parti del mondo dove non c’è nemmeno il segnale cellulare, un intento a metà tra il filantropico e l’utile, per un’azienda che, come Alphabet, vive comunque di internet (e delle persone connesse).

Trovate l’intervista, o quantomeno la parte saliente, qui sotto, ma ovviamente è in inglese. Se vi steste poi chiedendo il perché della voce di Page, sappiate che si tratta di una malattia di cui il CEO soffre da tempo, e che l’ha portato più volte ad impegnarsi proprio in campo medico.

Via: 9 to 5 Google
  • Nicola, “campo medio” o “medico”?

  • And91

    Non commento mai i refusi ma “Campo medio” siete di firenze no?
    Da toscano il refuso mi ha fatto morire, non correggetelo vi prego XD

    • maledetti toscani!

      • And91

        È tutto il complotto infatti non hanno corretto il refuso xD

  • Okazuma

    Ad essere onesti condivido di più il modo di lavorare di Jobs.
    Concentrarsi su alcuni progetti e portarli avanti finchè non stanno in piedi da soli.
    Google non l’ha ancora capito eppure di fallimenti illustri ne hanno tanti in casa….