Lima

Lima è il dispositivo che rende il vostro hard disk cloud

Lorenzo Quiroli

Vi è mai capitato di volere a portata di mano un file che si trova invece sul vostro hard disk a casa? Certo, avreste potuto sfruttare un servizio come Google Drive, OneDrive o Dropbox, ma questi hanno un limite ben preciso e per espanderlo è necessario pagare una rata mensile.

Lima vuole essere la soluzione ai vostri problemi, offrendovi di portare sul cloud il vostro hard disk. Il procedimento è semplice: il device viene collegato al router e al vostro hard disk e a questo punto potrete accedervi ovunque vi troviate, a patto di avere una connessione ad internet. In caso di necessità, potrete rendere disponibili offline i file.

In questo modo sarete voi a scegliere quanto spazio vi serve (comprando un hard disk adeguato) e potrete accedere agli stessi file da diversi dispositivi sfruttando le app (disponibili sia per iOS che per Android), pagando una sola rata iniziale da 99€ necessaria per acquistare il dispositivo.

Lima infine offre diverse funzionalità aggiuntive come il riconoscimento automatico dei file multimediali, in modo da aggiornare i vostri file audio con i metadati relativi ad artista, album etc, oppure la possibilità di effettuare lo streaming di un video prima che il download sia completato. Per tutte le informazioni e per acquistarlo vi rimandiamo al sito ufficiale di Lima.

  • Night.on.the.web

    Interessante l’idea … ma a quel prezzo è veramente sconveniente. Con tutti i NAS che ci sono in giro (alcuni modelli base hanno veramente dei prezzi abbordabili)…

    • Me ne consigli uno buono con HDD inclusi, per piacere? 🙂
      Grazie 😉

      • Night.on.the.web

        Domanda sarcastica? Oppure veramente stai chiedendo un “consiglio per l’acquisto”?

        • Serio 🙂

          • Night.on.the.web

            Beh, sia che tu stai cercando un NAS 1 bay che 2 bay sia i prodotti western digital (serie my cloud e my cloud mirror) che i prodotti synology sono ottimi. Quelli della WD (che sono diciamo un po’ consumer) li trovi comodamente in molti centri commerciali, mediaworld etc … A livello di funzionalità software sono però superiori i NAS synology (che tra l’altro sono molto robusti, per cui ti durano molto; motivo per cui puoi veramente valutare anche di prenderne uno usato). Tanto per dire, trovi tranquillamente un NAS synology nuovo ad 1 bay a prezzi inferiori alla soglia dei 100€ (giusto per fare un confronto con questo LIMA); e la versatilità che hai a disposizione è incomparabile.

          • Un Sinology a meno di 100 euro? Mai visti (ne con ne senza HDD)… magari so cecato io 🙂

          • Night.on.the.web

            http://www.amazon.it/Synology-DS115J-NAS-1-Slot-Bianco/dp/B00MO6ZV52/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1457112217&sr=8-2&keywords=synology

            Io personalmente sto aspettando il momento giusto per prendere un 2bay. Però per chi non fosse interessato alla funzionalità RAID1 questo non mi sembra male.

          • In effetti un RAI1 non sarebbe una cattiva idea 🙂
            Quello che non capisvo, a livello di funzionalità (a parte il discorso wired/lan, portabilità, eccetera) è la differenza tra un NAS 1bay e un HDD esterno.

          • Night.on.the.web

            Per quello che ne so io, il NAS 1bay in più rispetto al semplice HDD esterno USB3 ha maggiori funzionalità software e maggiore versatilità (se ti muore l’HDD ne compri un nuovo, quello che vuoi tu, e ce lo metti dentro; se un HDD esterno ti muore al massimo puoi recuperare il case esterno, ma spesse volte neanche quello). Penso anche ad un altro paio di differenze, il NAS è fatto per stare sempre accesso ed è un prodotto durevole. L’HDD esterno non saprei … però a tenerlo sempre collegato al PC e sempre acceso … secondo me dura meno del NAS.

          • In effetti la durata del HDD è un fattore che non avevo tenuto in considerazione.
            C’è da dire, però, che per l’utente medio un HDD esterno è più facile da usare: ambedue hanno pregi e difetti, direi 🙂

          • Night.on.the.web

            Si, sicuramente il semplice HDD esterno è più immediato. Io, per me, stavo anche iniziando a pensare, invece di prendere un NAS2bay, di prendere un box esterno USB3 con spazio per due HDD da usare in RAID1. Potrebbe essere una soluzione più economica e facila da usare rispetto ad un NAS, ma che avrebbe il vantaggio del RAID1.

          • Soluzione interessante, hai già in mente dei box?
            Anche se quello che mi perplime è la durata nel tempo degli HDD all’interno di un box simile.

          • Night.on.the.web

            Non ho ancora niente in mente di preciso. Come marchi vedo consigliare spesso raidsonic icybox e coolermaster, ma prima di decidere vorrei capire bene come funziona la garanzia di raidsonic icybox. Scegliendo un box di qualità ed equipaggiandolo con HDD western digital RED, la longevità non dovrebbe essere un problema. I western digital RED sono fatti per stare accesi 24/24 e 7/7 (a differenza degli hard disk che sono montati all’interno delle confezioni vendute come semplici HDD esterni, che sono più che altro pensate per connessioni “alla bisogna”). Bisogna poi sempre vedere il prezzo, perchè, come si diceva prima, o NAS entry level iniziano ad avere dei prezzi veramente abbordabili.

          • Ollie Francesco

            Quoto in tutto…..

      • PAOLO ZANNATO

        Wd my cloud 2 tera 120€ e ho sempre con me tutto il Pc. Funziona tutto molto bene usando la vecchia app Wd my cloud.

  • a’ndre ‘ci

    idea non è male.. il prezzo invece….

    poi se guardi il sito trovi delle perle tipo
    “(dischi duri USB3 tenuti a velocità USB2)”
    “Windows 7 SP1 e posteriore (solo desktop)”

    • Night.on.the.web

      La traduzione italiana del sito è da cani … a dir poco … per la qualità del lavoro fatto, si faceva meglio a tenere il sito in inglese …

    • Fabio Viscuso

      Tra “dischi duri” e “posteriore” pare che abbiano affidato la traduzione a una pornostar…

  • Gio_90

    Il prezzo è alto a 49 euro sarebbe più interessante .

  • mikeb90

    non è che sia cloud cmq….

    • Fotonic

      Lol, perchè no? 😀
      Hai i dati centralizzati e condivisi coi dispositivi on demand.
      Mica deve appoggiarsi su infrastrutture di terzi per essere definito cloud.

  • visti i prezzi dei nas attuali non ne vedo l’utilità. Per carità ottima idea, ma fuori mercato

    • Ollie Francesco

      Lo penso anche io. L’utilità potrebbe esserci per tante persone che non hanno esperienza. Da ricordare a tutti che un HD che sta in rete deve avere certe caratteristiche, usandone uno qualsiasi si rischia un po’. Alla fine con un server da casa modesto fai molto di più per poco di più.

      • Quello sicuramente, ma c’è da dire che ormai i pacchetti sono completi e a prova di inesperto. Andando su marchi consumer si hanno anche interfacce veramente semplificate gestibili da smartphone. Però se già ti viene l’idea di avere un tuo “cloud” così inesperto non sei secondo me

        • ikary72

          Ma la funzione basilare di un lima la sapete, da quello che leggo credo di no, è la portabilità.
          Pensate ad un giornalista o a un fotografo che gira il mondo con lima un hard disk da 2.5, quelli da notebook per intenderci, messo in un cassettino fa in modo che da potergli inserire contenuti e nello stesso tempo la redazione riesce a catturare i file in tempo reale, e per casa trovatemi, a patto di avere già un hd esterno, la possibilità di rendere il tutto accessibile come in unacrete in 10 minuti senza problemi di conflitti

          • Se il tuo core è la portabilità e giri con un hard disk da 2.5″ evidentemente sei rimasto indietro di qualche anno. Soprattutto considerando le soluzioni attuali di storage (anche a velocità pari a quelle di un hard disk) e di servizi cloud a 2 spicci. Poi bella sicurezza avere tutti i dati su un hard disk in mobilità, una caduta e ciao ciao dati.

          • ikary72

            Due spicci cosa intendi, servizi cloud, che non siano Aruba, con tutto il rispetto, degni con almeno 50gb di spazio non spendi meno di 20/25 euro al mese.
            Io facevo l’esempio dell’hard disk esterno per fare capire un concetto tutto qui.
            E per fare capire che di meglio ci sta ma non ha due spicci come dite Voi.
            Pure io dico, che per chi ne mastica non è il massimo, ma ripeto a patto di avere un hard disk, trovatemi un oggetto che attaccato ad esso lo trasforma nel tuo cloud personale raggiungibile da qualsiasi piattaforma e ovunque Voi siate.
            Che poi 110€ circa siano troppi per un lima sono d’accordo il suo prezzo dovrebbe essere circa 40/50 euro max, ma che sia una piccola manna dal cielo per chi ha certe esigenze e non sa configurare un nas un server o un semplice cloud, non ci sono dubbi alcuni.

          • Google Drive 100GB 2 euro al mese, 1TB 10 euro al mese ad esempio. Eviti qualsiasi rischio inerente la rottura dell’hardware (visto che comunque ha un sistema ridondante per la sicurezza dei dati) e non hai il minimo problema inerente l’eventuale banda carente (se va via la corrente a casa o ci sono problemi sulla linea il Lima diventa irraggiungibile alla fine). Certo a 40-50€ sarebbe un’idea carina, ma in generale la vedo veramente poco utile. Poi parliamo di opinioni, ognuno sceglie quello che reputa più utile e comodo.

          • ikary72

            OK perfettamente ragione, sugli esempi di cloud, ed in parte risolvibile problema.
            Ma senza essere catastrofici, il tuo esempio è plausibile, ma se sei in una casa e vuoi mettere in comunicazione apparecchi diversi, tv pc smartphone per fargli condividere magari musica film o altro con un sistema cloud non professionale come google drive non potrai mai, però ti do ragione quando dici che a certi costi lima non ne vale la pena.

      • ikary72

        Lo dico per l’ultima volta non poco di più un nas prendiamo un D-Link minimo 90 euro senza dischi, due dischi da 500 mega l’uno stando stretti 50 euro l’uno e quindi sei già a 190 ben più di un lima, e per un server casalingo se non lo trovi usato ma revisionato, non lo paghi meno di 300 euro e nuovo un microserver hp con un celeron costa circa 300 euro senza dischi, quindi quando dite, configurazione a parte che non tutti sanno fare, costa poco di più anche preso a singoli pezzi al risparmio non costa meno di 350 euro, quindi senza polemica prima di parlare pensateci.

    • lupo66

      se prescindi dal costo dell’ip statico…

      • Fotonic

        Leggo che all’installazione bisogna creare un account al quale associare il lima.
        Quindi l’IP dinamico non è un problema visto che molto probabilmente l’aggeggio farà sapere al server come essere raggiunto…
        Il vero grosso problema è la banda in upload, se hai bisogno di un file da 50 mega in remoto e da casa te lo invia a 0,3 mega al secondo… casca l’asino.

        • lupo66

          è il motivo per cui ritengo sia poco utile per lo streaming di contenuti multimediali… almeno in italia

          • Fotonic

            Ma anche la semplice condivisione file, che non siano file di testo, alla velocità di upload di una adsl normale diventa una chiavica. :/

          • ikary72

            Non è lima che è poco utile ma internet in Italia che fa cagare, ti promettono 20 mega e se sei fortunato vai a12/13 e poi ricordo che non è il valore di download che serve da 4 mega in su le pagine le vedi aprirsi in tempo reale o quasi ma sono i valori di ping che in Italia sono vergognosi solo con la fibra vai sotto i 20 e sopratutto il valore scandalo è il upstream, che in Italia sei fortunato se è un decimo del download e ripeto sono i valori di ping e upstream che servono, quindi in Italia per avere connessioni degne come in Germania, Romania o Inghilterra ci vogliono connessioni asimmetriche che danno gli stesso valori sia in download che di upstream, von bassi valori di ping.
            Ma per avere una ADSL asimmetrica minimo 4/4 con un ping intorno ai 15 millisecondi, ci vogliono 150/180/euro al mese.
            Quindi non è colpa di Lima, uno può avere anche il server più potente al mondo che è quello che governa l’acceleratore di particelle del CERN, ma con le connessioni Italiane sempre una lumaca rimarrebbe.

  • deepdark

    Un FTP costoso va…..

    • lupo66

      già ma l’ip statico si paga…

      • Fotonic

        Che problema c’è a caricare su una pagina web un redirect al tuo ip di casa aggiornato?

        • lupo66

          infatti io così faccio per raggiungere via ftp la chiavetta nel mio router, ma è una seccatura annotarsi il nuovo indirizzo… a patto di sapere che è cambiato O.o

      • deepdark

        Io lo pago 2.5 euro al mese. Considera anche che ci sono servizi gratuiti che danno IP pubblici.

  • Nigellus Blake

    Idea carina ma forse un po’ inutile… Visto che si può tranquillamente fare con un Nas (visto il prezzo) o con un qualsiasi hard-disk esterno e un routercoj porta usb, come il mio tp-link 8970.

    • lupo66

      sì ma l’ip statico? col dinamico l’indirizzo ftp cambia ogni volta che si riavvia il router…

      • Nigellus Blake

        Ottima argomentazione. Personalmente, non mi sono mai posto il problema, semplicemente perché il mio router mantiene l’ip. Ho provato più volte, scollegando più volte l’HD e facendo anche dei reset, ogni volta che digitavo l’indirizzo sono sempre riuscitoa d accedere all’HD, ho pure fatto direttamente un collegamento da Windows come hard disk di rete, e li l’indirizzo è fisso…
        Sarebbe da investigare se siano delle impostazioni di default o qualcos’altro.

        • Fotonic

          Hai resettato il router?

          • Nigellus Blake

            Si, ma… Ora sono curioso di capire per bene cosa combins il mio router, proverò a smanettare un po’ va. XD

          • Fotonic

            L’IP te lo impone il provider solitamente, che provider usi?
            Poi può essere anche che nelle opzioni del router ne hai inserito uno ben preciso e quando ti ricolleghi sei fortunato che è ancora libero e il provider te lo lascia selezionare a tua discrezione…
            Sempre che tu effettivamente sconnetti il router quando lo resetti…

          • Nigellus Blake

            Ho Telecom, comunque non lo scollego quasi mai… Uhm…
            Ora che mi ci fai pensare, in effetti è un po’ strana come cosa, dai farò qualche prova appena posso xD.
            (Credo chi ha Infostrada abbia più chance, non so ora, ma un tempo ti potevi(ti dava) far dare un indirizzo ip statico. )

          • Fotonic

            Anche io ma l’ip lo cambia. 🙂
            La prova la fai staccando e ricollegando il cavo della linea telefonica anche senza resettare.

          • Nigellus Blake

            Già, devo fare qualchep prova più accurata. XD

          • Dario_Sca

            Forse non te ne rendi conto perchè lo accedi direttamente dalla rete interna, dovresti provare a raggiungere il tuo HD dall’esterno .. a meno che tu non abbia un IP Fisso acquistato dal tuo provider, ogni volta che spegni il router o comunque entro un tot l’indirizzo assegnato cambia.

          • ikary72

            Ormai quasi tutti gli operatori internet ti fanno pagare a parte l’indirizzo IP statico, e poi se non hai un server di un IP statico te ne fai ben poco.
            Ormai tutti i nas un po evoluti usano strutture cin assegnazione automatica degli IP quindi uno statico non ti serve quasi più a nulla.

        • Mario Matteis

          L’ip non cambia troppo di frequente in realtà… ciò detto il grosso dei routers passati dai gestori ormai supportano (miracolosamente) i servizi di DDNS, quindi il problema dell’ip è risolto alla base e senza esborsi.
          Per quanto riguarda lo sharing dei files, considerato il costo del dispositivo è assai più conveniente prendere un router (un buon asus, nel mio caso), che verosimilmente ha una funzionalità simile e molti altri vantaggi.
          Nello specifico Aicloud (sul modello ac87u c’è, dovrebbe essere presente anche su quello più economico) non solo mostra i dischi collegati direttamente al router, ma anche tutti quelli presenti nella rete locale di casa, con tanto di possibilità di wol dei relativi dispositivi. Davvero fatto bene, devo dire.

          • ikary72

            Le Vostre sono tutte soluzioni più che valide ma da smanettoni e ben più costose di lima, il ragazzotto che ne sa poco di pc o un genitore che vuol far condividere le foto messe su un hard disk con poco più di 100 euro fa in modo che il figlio la moglie o lui stesso, in giro per il mondo che abbia android, linux mac o windows in 10 minuti fa vedere tutto e non ha problemi di configurare VPN o servizi di DNS esterni ecc ecc e sopratutto non deve smadonnare per conflitti o compatibilità varie.
            Attacca lima parte configura il tutto in 10 minuti permette al figlio con Android di vedere e di inserire contenuti sul hd , mamma con IPhone lo stesso il papi col tablet windows idem senza configurare nulla, ed è una netta differenza tra le soluzioni da Voi proposte e lima.
            Ripeto lima diventa sconveniente se non si ha un hsrd disk

          • Mario Matteis

            Prendendo ad esempio la mia configurazione, Synology DS115J, singolo disco interno, su Amazon è sotto i 90.. un utente normale prende quello, non pensa ad un sistema raid. Allo stesso modo router Asus con Aicloud si trovano anche sugli 80€, non si parte per forza dal 68U. Tra l’altro a leggere le specifiche pare che Lima sia USB2.
            Lima a quanto ho visto di fatto è un NAS, ma ridotto all’osso in nome della semplificazione… i NAS di marche blasonate volendo fanno di più, ma con le configurazioni guidate raggiungere quel livello di funzionalità è davvero un giochetto, basta saper leggere e cliccare su avanti (nel caso di synology il sistema ddns è integrato e gratuito, si chiama quickconnect.. salvo reti a più livelli è davvero immediato e non perde un colpo).
            L’idea di Lima è buona, il problema è che è antieconomica.. Lima con un disco esterno (o uno interno con box acquistato a parte) costerà sempre più di un nas di fascia bassa con disco interno, andandoci sotto per funzionalità e velocità, con un guadagno in semplicità che onestamente non vedo (ai tempi del primo commento vidi una review del prodotto ed il ragazzo ebbe anche qualche disconnessione durante la dimostrazione, spero abbiano risolto).
            Una soluzione “smanettona” potrebbe essere un nas fatto in casa.. li si che sarebbe “fuori portata per l’utente medio”, ma a fronte di un risparmio ancora più elevato.

          • ikary72

            Considerazioni molto valide, ma se uno prende un nas per tenerlo mono disco cosa serve non lo so però sul fatto che Lima non sia economico ti do ragione a pieno 110 euro è troppo.
            Poi dico che pure un nas come il tuo mono disco è soluzione evoluta per almeno un 85/90% della gente, e con Lima stabile, ovviamente, trasformerebbe un hard disk pieno di foto video musica e film usufruibile da cellulare sia esso Android o Ios, da un pc con Windows, da un Mac o da una qualsiasi distro Linux con 10 minuti di configurazione, avendo un software molto basilare.
            Un Nas come il tuo anche se nas base ripeto, vedo l’ignoranza informatica della gente in Italia, non ti bastano 10 minuti di configurazione, sopratutto se deve far parte anche di una semplice rete casalinga.

          • Mario Matteis

            Abbi pazienza.. perchè per un nas conti il costo del disco mentre per Lima no? Non mi pare abbia memoria integrata.. a parità di condizioni, fingendo che un hard disk esterno qualsiasi offra la stessa sicurezza di un disco adatto ai nas, in entrambi i casi bisogna contare il costo del disco: la differenza di costo dunque è la stessa che passa tra i prezzi di listino dei prodotti base (90/110).
            Il problema è che mia nonna non saprà usare nè Lima nè Synology. Neppure mia madre. Mio padre, che ha dimestichezza discreta, leggendo le istruzioni saprà usare entrambi: insomma, l’ignoranza tecnologica tende ad essere o totale o superabile.. una ragazza che in vita sua ha usato solo l’iphone dovrà chiedere aiuto a qualche parente per configurare perfino Lima.

            Ciò detto, il limite del prodotto (salvo bug strani) come accennavo è solo quello del prezzo. Non so se ai produttori possa convenire ma, onestamente, credo abbia senso solo se venduto entro i 50-60€.

            Lima a parte, per inciso.. i nas ad un disco servono (ed infatti sono in commercio) fin tanto che all’utente non servano più di 8TB circa di memoria.. non è che senza raid non abbiano ragion d’essere, fanno comunque il loro lavoro!

          • ikary72

            Primo perché come ho detto già in altri post un lima più hard disk esterno è antieconomico per cui do per scontato che chi compra un lima è un trasformare un hsrd disk preesistente invece un nas non può fare a meno di un hard disk e sopratutto di un disco da server e non uno qualunque.
            Detto questo io rispondo pacificamente e non la metto sul personale, io amo confrontarsi per crescere, non per fossilizzarmi in uno scontro sterile io ho ragione e tu torto.
            Quindi dico una soluzione nas anche di quelle consumer non sinology o qnap che sono già semiprofessionali o addirittura apparati ultra professionali tipo apparati sas da mobili rack, sono sempre più complicati di un lima, più versatili e potenti, se sai ci puoi fare di tutto o quasi, ma rispondendo al tuo ribadire che mia nonna non saprà mai metterci mani, ovvio concordo con te ma tu prendimi a randoom 20 persone che usano il pc per social, ricerche su internet, qualche file di musica, video e film, se riesce a configurare prima a piena potenza un lima o un nas anche monodisco.
            Un lima in 10 minuti lo usa e con altri 10 minuti ne ha il pieno controllo, un Nas sinology o qnap in 10 minuti non ci fa nulla, minimo ci vuole un oretta per farlo funzionare in modo minimale, e un paio di giorni per sfruttarlo a pieno, a messo che vi riescano.
            Il problema non è basare le cose sulle proprie esperienze personali ma capire se la gente saprà usarli, e i progettisti di lima hanno capito che i nas sono ostici per molti progettando un clouding come lima.
            Poi se tu come molti di Noi siamo in grado di sfruttare pure un nas a 6 dischi ok non dico di no anzi meglio per Noi, non avremmo bisogno di tecnici checsi fanno pagare cari e salati.
            Maxse guardiamo in modo pluralistico come si fa nello sviluppo dinun oggetto sopratutto tecnologico, quelli di lima hanno centrato il punto capendo che un 90% della gente un nas non lo vuole non gli serve e non saprebbe cosa farsene.
            Tu come molti siete utenti che ne sanno ma non è detto che se Noi ne sappiamo tutti ne sappiano.
            Lima come ribadito a due nei, uno è anti economico il suo prezzo dovrebbe essere intorno ai 40/50 euro e non 110 ed in più dovrebbe avere un software più stabile ogni tanto fa cilecca e s’inchioda.
            Poi che lima di base sia un progetto semplice ed interessante non vi è dubbio, e non sono io a dirlo ma molta gente.
            Poi se ci si ostina a dire che un nas sia meglio OK ma che sia più semplice eresia, perché la semplicità non è quella che abbiamo Noi, ma quello che la maggior parte della gente saprà fare con un apparato come lima.
            Poi fai tu, non vado oltre altrimenti si continuerebbe nel dire lima schifo nas buono, all’infinito ed io amo crescere per imparare e non fossilizzarsi, senza offesa buona giornata.

      • Matt TF

        Siete fuori tema: il problema è che non avete un indirizzo IP raggiungibile dall’esterno. E per farlo vi serve dyndns e simili + qualche euro + configurazioni varie. Con Lima non vi serve tutto ciò, l’innovazione sta nel fatto che basta collegare uno scatolotto e via, senza NAS e senza VPN e dyndns.

  • Caesar

    Preso a suo tempo su kickstarter… Recentemente cambiato perché non andava più (assistenza ottima)…
    Allo stato attuale non è il massimo, meglio un nas WD… L’app non è completa e si può far poca roba, ed il sistema non è ancora velocissimo

  • Fotonic

    Il vero problema è l’asimmetria delle adsl e quindi con la banda in upload limitata le funzionalità di questi dispositivi sono penalizzate pesantemente. :/

  • traumakom

    Raspberry Pi 2 + OwnCloud + Pendrive da 64GB mmm… circa 45€ se si becca l’offerta giusta su amazon ^_^

    • talme94

      Se solo non avessi 0,3 mb di upload…

    • ikary72

      Scusa se m’intrometto, la soluzione che prospetti, anche se non molto stabile per un uso h24, è valida ma non è quello che lima vuole offrire.
      Senza dilungarmi chi potrebbe usare una soluzione come la tua è un ottimo smanettone, come detto nel mio post precedente, lima per prima cosa predilige la semplicità.
      Poi senza offesa, l’architettura che proponi tu non è molto stabile e non rende cloud un hard disk esterno, e poi schedina minimo 45 euro in kit nella n meno di 70 stando stretti, le chiavette o microsd dei kit non le considero robaccia, spacciata per classe 10 quando è forse classe 4 quindi altri 35 euro di chiavetta da 64 gb ed arrivi vicino al costo di lima.
      Quindi se possiedi esigenze di clouding basilari ed hai già un hd tutta la vita lima non certo una configurazione con rasbpherry.

  • ikary72

    Allora per me questo lima non è tutto oro ciò che luccica, o meglio loro lo spacciano come la panagea del moni, quello checfa tuttobecdi più quando non è così.
    I progettisti di lima hanno capito una cosa fondamentale che il 90% di chi usa internet ed un pc ormai li relega a social qualche mail musica, video e forse qualche film e quindi di smanettoni non hanno nulla.
    Vogliono un qualcosa che con pochi click rende possibile vedere delle foto dei video ecc ecc e quindi vuole semplicità e lima da semplicità l”attacchi ad un hard disk esterno e magicamente da qualsiasi parte del mondo puoi catturarne i contenuti senza essere ancorati a configurazioni di rete particolari con qualche nas di casa.
    Ed in più cosa non trascurabile interagisce von qualsiasi sistemo operativo sia Linux Mac Android o Windows e chi necsa solo un minimo sa quanto siano restii i vari sistemi operativi nel dialogare tra loro.
    Che poi sia l’opera omnia per il cloud come vogliono farcela passare gl’ideatori no non lo è perché per quel 5/10% che ne sa di pc , che magari lavora nel settore oppure è un semplice smanettone evoluto sa che con un semplicissimo nas e un oretta di lavoro si può fare molto di più, ma non si parla delle stesse cose.
    Con lima comunichi col mondo e sei raggiungibile dal mondo con 10 minuti, ma se devi partire da 0 senza hard disk e dovendo comprare lima la spesa si aggira intorno ai 200 euro e quindi forse conviene, anche se lievemente più complicato un nas, ormai con 200 euro trovi dei D-Link con due dischi che fanno ben più che lima ed è più versatile.
    Ma se invece hai già un hard disk esterno vuoi che i tuoi dati siano accessibili dall’esterno e non vuoi o non sa come fare per configurare una VPN degna o artefici tipo dyndns o opendns, lima fa per voi poco più di 100 euro l’attaccante al disco esterno 10 minuti e potrete vedere i vostri file multimediali da qualsiasi sistema operativo, sia esso Windows Android, Mac, Linus e altri.
    Per concludere se vi serve una condivisione basilare di file, sopratutto multimediali, ben protetti da un ottimo sistema di crittografia ed avete già un disco esterno lima fa al caso vostro, se invece non ci disturba perderci un filo più di tempo e non avete un disco esterno, comprare per comprare ci consiglio un Nas, perché con 150/200 euro ne trovi già di degni che sono mille volte meglio di lima che costa completo di spedizioni e tutto circa 110 euro e poi devi aggiungerci minimo altri 180 di in Nas con dischi e quindi il costo non ne vale la candela.
    Sia come sia lima è un ottima trovata, anche se secondo me il suo cisto giusto sarebbe intorno ai 40/50 euro tutto compreso e non 110 euro circa.
    Scusate lo sproloquio e buona fine serata

    • Luca Tittonel

      Scusa la domanda ignorante, ma come si può avere accesso dall’esterno ai file in un NAS? posseggo già il NAS in questione, che altro mi servirebbe?

      • ikary72

        Allora Luca lima è stato studiato appunto per tutte quelle persone che hanno hard disk attaccato al pc e vogliono fare in modo che diventi un cloud e possa essere accessibile dovunque tu sia.
        Forse come detto un po caro ma come idea non male.
        Per un nas le cose sono diverse o possiedi un nas multimediale che ti permette un accesso esterno e quindi del lima non te ne fai nulla, ma non lo configuri in 10 minuti come lima, altrimenti se non hai un nas multimediale ma solo agganciato alla tua rete, magari casalinga devi sperare di avere un modem/router che dia un accesso da remoto e così configurando lo avrai accesso alla tua rete di casa e quindi al tuo nas, a patto tu abbia configurato tutto bene.

        • Luca Tittonel

          Grazie!

  • Gian Paolo Pelosi

    Si sa quanto costa?