La marina offre 9,1 milioni di dollari a Microsoft per aggiornare Windows XP

Leonardo Banchi

Nonostante il suo supporto sia terminato da oltre un anno, le colline dello sfondo di Windows XP continuano a campeggiare in moltissimi computer, in particolar modo in ambito aziendale, a causa sia della difficoltà economica nel fronteggiare la spesa per il rinnovo dei dispositivi presenti, sia per questioni di compatibilità con particolari software.

Proprio questo ultimo motivo deve avere spinto la marina degli Stati Uniti a rivolgersi a Microsoft offrendo un contratto da ben 9,1 milioni di dollari, pur di ottenere una estensione del supporto per il tempo necessario a migrare la propria infrastruttura verso versioni più recenti del sistema operativo.

LEGGI ANCHE: Cortana su Windows 10 sempre più bello e funzionale

Microsoft, secondo le fonti ufficiali dello Space and Naval Warfare Systems Command, si sarebbe impegnata a fornire fix e piccoli aggiornamenti in grado di minimizzare i rischi provenienti da vulnerabilità del sistema, mentre la marina si prodigherà per aggiornare i propri sistemi, fronteggiando anche difficoltà relative alla reperibilità fisica di installazioni situate magari a bordo di mezzi mobili.

Il governo americano non è comunque l’unico a dover correre ai ripari: dopo 14 anni dalla sua presentazione, gli ultimi dati raccolti da Net Applications hanno mostrato che Windows XP è utilizzato quasi dal 15% dei computer sparsi in tutto il mondo.

Via: WindowsCentral