Microsoft al lavoro su una nuova UI per Windows 10, nome in codice NEON

Cosimo Alfredo Pina

Nata su Windows 7 ed evolutasi fino a quanto vediamo oggi su Windows 10, la Modern UI o Microsoft design language (nota in passato come Metro) potrebbe presto essere soppiantata da Project NEON, nome in codice per le nuove regole e linee guida per l’interfaccia futura di Microsoft.

Stando alle fonti interne, a Redmond si starebbe lavorando a NEON già da più di un anno. Il nuovo design language sarebbe fortemente basato su quello di Windwos 10; avrà quindi uno stile minimale e squadrato, ma sarà comunque rifinito.

Per ora i dettagli scarseggiano ma si parla di più animazioni e transizioni, con l’obiettivo di passare da una UI statica a qualcosa di fluido e bello. Inoltre NEON per Win 10 potrebbe essere il ponte di collegamento tra il desktop tradizionale e Holographic, l’interfaccia ottimizzata per realtà virtuale ed aumentata.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità del Windows 10 Creators Update

Gli sviluppatori potranno  continuare ad adottare l’attuale stile, ma per consistenza saranno pubblicate linee guida ed elementi grafici più definiti che aiutino a rendere l’integrazione tra app e sistema più armoniosa. Come detto il lavoro su NEON va avanti già da un po’.

L’ipotesi più probabile è quindi quella che vede la prima implementazione di questo nuovo design per Windows 10 con la Redstone 3 di autunno 2017, quindi dopo il Creators Update della prossima primavera. Prima di vedere un sistema operativo totalmente rivisto su tutte le piattaforme, app incluse, potrebbe però volerci di più, ossia l’arrivo della Redstone 4, ad inizio 2018.

Via: Windows CentralFonte: Numerama