Microsoft-final-logo-3

Con le nuove API di Traduttore, Microsoft permetterà a tutti di eseguire traduzioni voce-voce

Andrea Centorrino

Durante la conferenza per gli sviluppatori Build 2016, fra le varie novità, Microsoft ha annunciato delle nuove API per Traduttore, che permetteranno a chiunque di integrare traduzioni voce-voce e voce-testo nelle proprie applicazioni.

Il sistema di traduzione vocale in tempo reale di Microsoft si era già distinto con l’integrazione in Skype, ma presto potremo trovare la traduzione vocale in 8 lingue (arabo, cinese mandarino, inglese, francese, tedesco, italiano, portoghese e spagnolo) anche in altre app.

This new version of Microsoft Translator is the first end-to-end speech translation solution optimized for real-life conversations (vs. simple human to machine commands) available on the market. Before today, speech translation solutions needed to be cobbled together from a number of different APIs (speech recognition, translation, and speech synthesis), were not optimized for conversational speech or designed to work with each other. Now, end users and businesses alike can remove language barriers with the integration of speech translation in their familiar apps and services.

LEGGI ANCHE: Microsoft punta tutto su IA e bot: i primi arrivano su Skype

Il servizio Microsoft offre dunque una certa comodità agli sviluppatori, che fino ad oggi dovevano concatenare diverse funzioni per il riconoscimento vocale, la traduzione e la sintesi. Purtroppo il servizio sarà a pagamento, ma gli interessati potranno testarlo gratuitamente per 2 ore prima di decidere.

Via: MS Power UserFonte: Microsoft