windows hello

Microsoft vuole un mondo senza password, meglio volti ed impronte digitali (video)

Cosimo Alfredo Pina

Tra le tantissime novità che arriveranno con il Windows 10 Anniversary Update ci sarà anche quella che riguarda Edge ed in particolare il comparto sicurezza. Microsoft si dice infatti decisa ad eliminare le password, integrando Edge con Windows Hello.

Microsoft spiega sul suo blog che ha collaborato con W3C e la FIDO Alliance per permettere agli utenti Windows 10 in possesso di un dispositivo adatto di effettuare l’accesso ai siti web tramite il riconoscimento facciale o dell’impronta digitale.

LEGGI ANCHE: Se usate una di queste password, dovete cambiarla!

Per far ciò i siti dovranno integrare la relativa funzionalità – i dev trovano tutti i dettagli sul post ufficiale – e a quel punto l’utente potrà usare i parametri biometrici per accedere in sicurezza sia tramite un metodo diretto che con un processo a due step, simile a quello già impiegato su diversi siti che usa il numero di telefono.

Una bella aggiunta che, considerato quanto sono semplici le password più usate, promette di rendere davvero più sicuro l’accesso al web anche per chi non ha la pazienza di scegliere oculatamente le  credenziali.

Fonte: Microsoft
  • Paolo Nobile

    Io non la trovo una gran cosa. Ci son due fattori da analizzare, il primo è che ormai con il cloud computing e il bruteforce tutte le password sono facilmente risolvibili in 5 minuti (anche se non è proprio così considerando le protezioni contro il bruteforce), anche la più lunga e complessa, e questo va a favore dell’idea di Microsoft. Il secondo fattore è che utilizzare i dati biometrici per l’accesso ai siti web comporterebbe il salvataggio dei nostri dati in un database, che può essere “hackerato”. A questo punto le password possono essere diverse da sito web a sito web mentre i dati biometrici sarebbero sempre gli stessi, quindi una diffusione di questo sistema ci porterebbe ad avere le stesse credenziali di accesso sia al sito della banca che al forum che frequentiamo normalmente.