Nintendo ammette che le vendite non vanno troppo bene e avverte gli investitori

Lorenzo Delli Grazie a Splatoon le vendite di Wii U non sono andate niente male, ciò nonostante Nintendo non se la cava così bene come sperava.

Nintendo si prepara a lanciarsi nel settore del mobile gaming, da una parte con Pokémon Go (anche se sotto l’etichetta The Pokémon Company), dall’altra con Miitomo e tutti gli altri giochi a marchio Nintendo/DeNA previsti per i prossimi mesi.

Purtroppo le previsioni di mercato per i prodotti già disponibili sul mercato non sono delle più rosee, tant’è che Nintendo ha appena tagliato le previsioni del risultato operativo del 34%, una cifra quindi piuttosto significativa.

LEGGI ANCHE: Nintendo apre le registrazioni per i nuovi Nintendo Account e la pre-registrazione per Miitomo

Precedentemente il colosso nipponico si aspettava di chiudere l’anno fiscale con un profitto di 50 miliardi di yen (circa 440 milioni di dollari), ma ha ridotto tali aspettative a “soli33 miliardi di yen (291 milioni). Se pensate che da aprile 2015 a dicembre 2015 era riuscita a fatturare 42,4 miliardi di yen e che l’intenzione è quella di chiudere l’anno con circa 33 miliardi, vi è una perdita che si aggira intorno ai 10 miliardi di yen (quasi 90 milioni di dollari).

Nintendo ha anche calato le previsioni di vendita del 3DS e dei suoi giochi dal 16 al 13%, mantenendo invece stabili le previsioni di vendita della Wii U che, grazie anche all’uscita di Splatoon, è comunque riuscita a ritagliarsi la propria fetta di mercato. A questo punto i riflettori sono tutti puntati sul mercato mobile e sulla misteriosa Nintendo NX.

Fonte: The Verge