prova windows 10_desktop e menu start_ 3

Focus Windows 10 e le principali novità: scoprite se aggiornare o aspettare (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

I PC Windows di tutto il mondo si stanno aggiornando all’ultima versione del sistema operativo di Microsoft, probabilmente anche il vostro. Se però rientrate tra coloro che per scelta o per necessità non hanno avuto modo di provare Windows 10, vi riportiamo una rassegna delle principali novità della prima versione stabile.

Passare a Windows 10

Nelle settimane passate abbiamo ampiamente affrontato l’arrivo di Windows 10. Per passare al nuovo sistema operativo potete ricorrere a due metodi: tramite la procedura di aggiornamento (come nel nostro caso) o utilizzando l’immagine ISO ufficiale.

In entrambe i casi vi servirà un PC Windows 7 o Windows 8.1 con licenza valida e che soddisfi i requisiti minimi (li trovate qui sotto). Dopo qualche decina di minuti e una breve configurazione per impostare il proprio account, sarete pronti per entrare nel nuovo Windows 10, sfruttando la classica schermata di login o, nel caso aveste un PC compatibile, l’innovativo sblocco biometrico di Windows Hello.

Il passaggio a Windows 10 sarà gratuito per il primo anno (fino al 29 luglio 2016) dopodiché per installare il nuovo sistema operativo su un computer rimasto alle vecchie versioni, sarà necessario l’acquisto di una licenza.

Requisiti minimi per Windows 10

  • Processore: almeno 1 Ghz
  • RAM: 1 GB per i sistemi a 32-bit o 2 GB per quelli a 64-bit
  • Archiviazione: almeno 16 GB per i sistemi a 32-bit o 20 GB per quelli a 64-bit
  • Scheda Grafica: DirectX 9 (o successivi) con driver WDDM 1.0
  • Display: almeno 800 x 600 pixel

Destkop e menu Start

Con grande piacere per i nostalgici del classico desktop, la schermata Start di Windows 8 è stata rimpiazzata dal menu Start, un ibrido che permette l’accesso rapido alle app e alle Live Tiles, senza occupare tutto lo schermo.

A confermare il passo indietro di Microsoft (non necessariamente negativo) verso la scrivania anche il fatto che le Modern App, che su Windows 8 andavano a schermo intero, possono essere usate anche in finestra, permettendo di sfruttare al meglio gli schermi più grandi.

Tuttavia lo sguardo al passato non compromette l’innovazione portata da altre comode funzioni come il multi-desktop, il menu Start ridimensionabile, il centro per le notifiche e la rinnovata veste grafica caratterizzata da una lieve trasparenza e che offre anche la possibilità di cambiare il colore del tema.

Se rientrate nella schiera di coloro che hanno particolarmente apprezzato la schermata start di Windows 8, non temete, questa resta ancora attivabile.

Ad ogni schermo la sua interfaccia

Windows 10 è sì il nuovo sistema operativo per desktop e portatili, ma grazie ad alcune accortezze è pronto per adattarsi a praticamente ogni tipo di dispositivo. Continumm è infatti la funzione che trasforma l’interfaccia di Windows 10 per adattarsi da un uso con touchscreen a quello con mouse e tastiera.

Pensato per i sistemi convertibili, Continumm capterà quando il PC viene utilizzato con una tastiera, mostrando il menu Start, oppure in caso contrario si passerà ad una modalità orientata all’utilizzo con le dita, in stile Windows 8. È possibile commutare manualmente da una modalità all’altra anche dal pannello delle notifiche, sul bordo destro.

LEGGI ANCHE: Continuum: ecco come Windows 10 si adatterà ad ogni dispositivo

Le potenzialità di Continumm non sono limitate alla comodità; infatti fin dal suo annuncio la funzione veniva presentata come un modo per utilizzare qualsiasi dispositivo basato su Windows 10 (smartphone inclusi), connesso a schermo e periferiche, come un vero e proprio PC.

App integrate, Windows Store e retrocompatibilità

Rispetto a quanto visto, ad esempio, sull’ecosistema Apple, Windows è sempre rimasto indietro in termini di app integrate, che rendano il computer utilizzabile per le attività più comuni fin dalla prima accensione.

Con Windows 8 le cose sono iniziate a cambiare e adesso su Windows 10 si trova una ricca scelta di app pronte all’uso, per la gestione di foto, video, musica, calendario, email e tanto altro.

Ovviamente le funzionalità possono essere espanse con app e programmi di terze parti e a tal proposito il nuovo Windows Store vi metterà a disposizione una ricca raccolta selezionata ed approvata da Microsoft.

Rimane comunque possibile installare programmi anche da altre fonti ed è molto probabile che tutti i software che stavate usando su Windows 7 o Windows 8.1, funzionino senza problemi di compatibilità anche su Windows 10.

Con Edge potrete (forse) fare a meno di Chrome, Firefox ed affini

prova windows 10_desktop e menu start_ 4

Se siete dei navigatori abituali del web, sarete probabilmente già passati da Internet Explorer ad un browser di terze parti. Per recuperare coloro che hanno abbandonato la navigazione con un browser di Microsoft, arriva Edge.

Questo browser promette infatti un’esperienza di navigazione moderna e in piena linea con i più recenti standard, salvo (almeno per il momento) il supporto alle estensioni.

Un nuovo motore per il render delle pagine, un’interfaccia minimale ma efficace e anche qualche sorpresa, come la possibilità di scrivere a mano libera sulle pagine web, rendono la prova di Edge obbligatoria, anche se vi state trovando bene con la vostra attuale scelta.

Cortana: l’assistente virtuale arriva anche su PC

Assistenti virtuali come Google Now e Siri sono diventati parte integrante della quotidiana esperienza tecnologica. Grazie a Cortana, l’alternativa di Microsoft, questa componente arriva anche sui sistemi desktop.

Accessibile di fianco al menu Start o con il comando vocale “Hey Cortana”, potete usare l’assistente, per consultare al volo informazioni su meteo, impegni o semplici nozioni, cercare sul web tramite Bing oppure intrattenere spiritose conversazioni surreali.

Tra le possibilità più produttive rientra senz’altro quella di poter salvare un promemoria, note ed appuntamenti al volo senza importanti interruzioni del flusso di lavoro.

Aggiornare a Windows 10 o aspettare?

Ancora è presto per dare un giudizio finale al nuovo sistema Microsoft, per questo vi rimandiamo ad una nostra prova più approfondita che arriverà nei prossimi giorni. Tuttavia Windows 10 porta una discreta ventata di novità che conciliano in maniera ottimale il passato di Microsoft, con funzioni moderne come Cortana, centro notifiche e dektop multipli.

Se non avete particolari esigenze in termini di compatibilità e il vostro sistema rispetta i poco restrittivi requisiti minimi, il passaggio al nuovo sistema è più che consigliabile.

  • Kratox

    ho la beta da un po, e fare a meno di chrome per chi usa google al centro della vita per avere in sincronia telefono e pc, è solo UTOPIA
    poi mi pare bellino di design ma non vedo vantaggi tangibili rispetto a chrome, quindi non vedo perche usare un prodotto di un azienda che ci prende per i fondelli dal 95 piuttosto che quello di google che mi da storage infinito per le foto, e quasi infinito per la mail, per non contare il triliardo di altri ottimi prodotti che offre pagando solo di dovergli comunicare cosa vorrei comprare.

    • Cristiano Pagani

      Forse l’errore è proprio basarsi su google per impostare la propria “vita digitale”

      • Te sei il Buddha dell’understatement (è un complimento)

        • Cristiano Pagani

          ……..è solo la mia idea in merito, non pretendo che gli altri concordino con me

      • Lorenzo Zaccomer

        Il problema è che Google offre a parer mio i servizi migliori, con dei compromessi però altre aziende non propongono gli stessi servizi nello stesso modo di Google

        • Cristiano Pagani

          i compromessi li abbiamo tutti me compreso, ma con google………..usiamo servizi in cambio dei dati sulla nostra vita……..che non si sa mai dove finiscono poi…….

          • Kratox

            i dati sulla vita in italia ce l hanno anche i bidelli delle asl… dire a google dove sono ogni tanto, e cosa voglio comprare, non credo che condizionerà mai la mia vita in negativo, ripeto, in italia chi sa come funzionano alcune cose, la privacy è quasi inesistente, tanto vale farsi dare email e cloud funzionanti

          • Cristiano Pagani

            La gente è già condizionata da queste cose, ad alcuni può fregare ad altri meno, basta pensare alle 30 telefonate pubblicitarie al giorno che ricevi a casa di gente che non sai nemmeno come fa ad avere il numero. Viste le lamentele penso che ai più da fastidio sta cosa della condivisione dati senza sapere, perchè parliamoci chiaro, 3/4 delle persone che hanno uno smartphone non sanno nemmeno dove mettere le mani per impedire questa pratica.

          • Lorenzo Zaccomer

            Ok, però cosa pensi che Facebook non si comporti in egual maniera vendendo i dati dei profili? O anche Microsoft per dirti, oggigiorno toccare il discorso privacy è molto diverso, ora se una persona desiderasse la totale privacy dovrebbe liberarsi di tutta la tecnologia che possiede, computer, telefono, ecc.

          • Cristiano Pagani

            No no hai ragionissima. La mia teoria è “Se una cosa è gratis non è per generosità, ma perchè in qualche modo qualcun’altro lo paga per te” o trova il modo di ottenere qualcosa in cambio.

          • Lorenzo Zaccomer

            Quello si! Noi “paghiamo” mostrando al mondo cosa stiamo facendo, la nostra posizione, i nostri desideri, in questo modo si paga, c’è chi condivide col mondo intero ogni singolo momento della giornata e chi no, io non sono uno di quelli, purtroppo la nostra generazione non può uscire da tutto ciò perché tutta questa tecnologia fa parte del nostro millennio e non accettare questa cosa comporterebbe a una castrazione in tutti gli ambiti, sociali, lavorativi, ecc, … Non c’è neanche la scelta, ti viene forzata e basta.
            Ti faccio un esempio, io adesso ho 20 anni ma quando ero piccolo non c’era tutta la tecnologia di oggi, vedendo bambini di oggi le cose sono cambiate drasticamente, per dirti oggi i bambini già a 4-5 anni sanno usare lo smartphone, giusto per fare un esempio.
            Purtroppo è un discorso lungo da fare ma è sempre bello fare discorsi del genere! 🙂

      • Kratox

        non capisco, è il miglior servizio possibile esistente al mondo (mi da praticamente quasi sempre la miglior soluzione a ogni cosa che mi serve, dal blocco note, alle mappe alla mail), vuoi usare le mappe apple, o dipendere da microsoft? non scherziamo dai. se poi uno non vuole essere legato a google per cose sulla privacy etc o per questioni lavorative o di gusti usa altri servizi ok (tra l altro in italia NON esiste la privacy, ma quasi nessuno se n è accorto, ma vabbe)

        • Cristiano Pagani

          Miglior servizio no, solo il più comodo, solo il fatto che uno smartphone android senza le app google non va al 100% dovrebbe già far pensare, e ancora di più il fatto che delle app google di sistema non ti puoi liberare senza compromettere il funzionamento del telefono stesso.

    • Gilberto Ciani

      non riesco capire chi prender per i fondelli se non ti piace non lo usi, lo fa pagare pochissimo, hai l’antivirus gratis ma che vuoi che ti faccia pure il caffè

      • Kratox

        non ti seguo, cosa fanno pagare poco?

  • Patrick Barattin

    Se ho un dualboot con ubuntu si scazza tutto?

    • Torre

      Metti Windows su un’altra partizione poi avvii Ubuntu tramite l’avvio avanzato di Windows (lo trovi su impostazioni/aggiornamento e sicurezza/ripristino) e aggiorni il grub con il comando “sudo update-grub”.

      • Patrick Barattin

        grazie!

  • Nicola Cascione

    Vi prego datemi il link allo sfondo che state usando!!! Mi piacciono da matti gli sfondi spaziali 😛

  • Paolo Piergiovanni

    Ho fatto anch’io l’aggiornamento, ma sono l’unico a cui sta dando problemi!? non mi funzionano più ne mouse nè tastiera!!

  • Cristiano Pagani

    Appena aggiornato su un vecchio HD con win7 istallato. Francamente oltre alle implementazioni grafiche, per l’utente medio vedo ben poche novità. Carina la nuova grafica, pessima secondo me la cosa dello store da cui prendere le app come se fosse un telefono. Riscontro inoltre problemi con gli aggiornamenti che una bvolta partiti non posso annullare. Ancora meno logico mi sembra il tempo imposto per tornare a win 7 (un mese), poco tempo per testare il funzionamento a pieno regime di programmi e dispositivi.

    • Mauror

      La cosa dello store veramente è una funzione basilare che è scandaloso non ci fosse prima di win8, è presente in tutti i sistemi operativi non-windows da sempre. Al massimo deve essere fatta meglio l’app dello store e cambiate le regole per pubblicare app, ma lo store e i repository in sè devono esserci secondo me.

      • Cristiano Pagani

        io ho spulciato fino ad ora lo store, ma ne avessi trovata una dico una di app che mi serve……….sarò complicato io……….ma non mi servono a molto

  • E’ possibile installarlo in un disco/partizione diverso rispetto a quello dov’è il “vecchio” OS?
    E il dual boot (eg: W10/W7) è possibile?
    Grazie 🙂

  • marco

    Domanda: ho un pc con ubuntu e Windows 7 originale, la licenza è quella dell’acquisto, solo che ha preso un virus e non posso accenderlo con Windows. Come faccio l’aggiornamento?

    • Marostyle

      usa l’iso ufficiale, un bel formattone e “FHUM! VIA VELOCE COME UN’ANGUILLA” cit.

  • Andi Nazeraj

    Photoshop e Lightroom sono compatibili con windows 10?

    • Danny Agostini

      photoshop, cinema 4d, after effects e illustrator sono compatibili 😉

    • Gilberto Ciani

      solo la ultima versione da quel che so io

  • Daniel

    Ma a voi fa scaricare le app dallo store?

  • Vincenzo Sannino

    Non so a voi ma a me il download è lentissimo sia da windows update che dal tool… pc acceso dalle 10 di stamattina e dopo quasi 14 ore il download è al 70%. Terribile. eppure la connessione seppur non sia un fulmine mi ha permesso di scaricare un file da circa 1.5gb in 40 min quindi non è lei il problema.

  • Vincenzo Sannino

    Non so a voi ma a me il download è lentissimo sia da windows update che dal tool… pc acceso dalle 10 di stamattina e dopo quasi 14 ore il download è al 70%. Terribile. eppure la connessione seppur non sia un fulmine mi ha permesso di scaricare un file da circa 1.5gb in 40 min quindi non è lei il problema

    • Cristiano Pagani

      Avrai cominciato quando c’era il picco di download, io ho scaricato alle 15.00 alle 16.45 ho finito e dopo ci è voluta un’altra oretta tra sistemazione istallazione e aggiornamenti

      • Vincenzo Sannino

        Ho cominciato ieri mattina alle 10… Comunque ora ha finito finalmente.

  • Ricky Bertz

    Ciao, io non ho fatto nessuna prenotazione però ho un notebook con windows 8.1 Pro con licenza ed ho trovato l’applicazione per lo scaricamento di windows 10. Se io faccio questo aggiornamento si attiva lo stesso anche se non l’ho prenotato? E resterà comunque gratuito per sempre?
    PS: non ho fatto la prenotazione semplicemente perché si diceva che dopo il primo anno sarebbe stato a pagamento mentre oggi ho visto che non è così.

  • Riccardo Tersigni

    L’installazione prevede una formattazione obbligatoria?

    • Liam Patanè

      ovvio che no è un aggiornamento, non perdi assolutamente niente, è probabile che perdi il supporto a qualche applicazione vecchia ma la maggior parte funzionano alla grande