nvidia g-sync notebook

Il mercato PC va giù ma NVIDIA stupisce Wall Street

Cosimo Alfredo Pina -

NVIDIA ha sorpreso Wall Street nelle ultime ore, presentando i risultati del suo quarto trimestre finanziario. Per quanto l’azienda sia specializzata nel mercato PC, che l’anno scorso è collassato ai livelli del 2008, ha saputo difendersi bene superando le aspettative.

Le entrate di NVIDIA risultano essere infatti di 1,4 miliardi di dollari, rispetto agli 1,3 stimati dagli esperti di Wall Street e da NVIDIA stessa. L’azienda californiana detiene l’81 % del mercato delle schede grafiche dedicate e nonostante le vendite di PC in calo ha evidentemente ben saputo indirizzare le sue risorse.

LEGGI ANCHE: Mercato PC ai minimi dal 2008: -10% nell’ultimo anno, ma Apple cresce

Dietro il risultato sopra le stime ci sarebbero proprio i chip grafici, che, in termini di entrate, sono cresciuti 10 %. Nel complesso il reddito nel settore gaming è salito del 25 % rispetto al 2014, anche grazie agli investimenti sulla realtà virtuale.

“NVIDIA è al centro di quattro stimolanti opportunità di crescita: PC da gaming, realtà virtuale, deep learning e auto a guida autonoma. Siamo particolarmente intrigati dal deep learning, un sensazionale passo in avanti negli algoritmi di intelligenza artificaile che sfrutta a pieno la potenza di calcolo delle GPU”

Se è vero che il mercato PC è in devoluzione, non significa che le realtà hardware ne devono risentire necessariamente. NVIDIA ha dimostrato come diversificando e al contempo puntando sulle nicchie sia possibile continuare a crescere; non resta che vedere come le sfide del 2016 saranno affrontati dal colosso delle GPU e se riuscirà effettivamente a cavalcare l’onda della realtà virtuale.

Via: Venture Beat