Palmer Luckey, the creator of the Oculus Rift virtual reality gaming headset, at his workshop in Irvine, Calif.

Oculus sfotte i Mac, ma in fondo vorrebbe supportarli

Cosimo Alfredo Pina

Ad Oculus non piacciono Mac, ma vorrebbe poterli supportare. Questo è il concetto che si evince dalle parole di Palmer Luckey che ha spiegato che il visore Oculus Rift non supporterà i Mac, fintanto Apple non rilascerà un “buon computer”.

Al fondatore dell’azienda specializzata in realtà virtuale, in un intervista tenuta durante un evento dedicato ad Xbox, è stato chiesto se Oculus Rift supporterà mai i Mac e lui ha risposto spiegando:

“La decisione è di Apple, se mai rilasceranno un buon computer, noi lo supporteremo. Il problema di fondo è che Apple non dà priorità alle GPU di fascia alta. Puoi comprare un Mac Pro da 6.000$ con la scheda top, AMD FirePro D700s, ma non sarà sufficiente per i nostri requisiti. Se dessero priorità alle GPU high end, come facevano ai bei vecchi tempi, ci piacerebbe molto supportare i Mac.”

Non è certamente un segreto che i computer di Apple non sono pensati per il gaming, se non quello casual, e i requisiti di Oculus Rift, come quelli di HTC Vive, sono decisamente alti.

LEGGI ANCHE: Il vostro PC è a prova di realtà virtuale? Steam vi aiuta a scoprirlo! 

Se Apple vorrà portare la realtà virtuale,  quella più avanzata dei visori che si appoggiano agli smartphone, nelle case dei suoi utenti dovrà rivedere la sua offerta Mac… oppure lanciare la sua soluzione proprietaria.

Via: Mac Rumors